Cerca

L'intervista

Mideporte, D'Ambrosio carica: "Abbiamo voltato pagina"

Il presidente del Colle Salario fa il punto della situazione: la prossima sarà la stagione della rinascita, tante le novità in cantiere

25 Luglio 2019

Carmine D'Ambrosio

Carmine D'Ambrosio

Carmine D'Ambrosio

Una nuova stagione è ormai dietro l'angolo e il Mideporte Colle Salario è pronto per rimettersi in gioco, con grinta e ambizione. Un'ambizione lucida però, operaia e produttiva, quella del club, che vuole mantenere i piedi per terra e lavorare giorno dopo giorno, muovendo un passo dopo l'altro, sempre verso l'alto ma senza cadere mai nel visionario. La scorsa stagione non ha portato le soddisfazioni e i risultati sperati, ma la sensazione è che la società sia uscita temprata nell'animo dalle delusioni sul campo e pronta per lanciarsi in un futuro diverso. Ne abbiamo parlato con il presidente, Carmine D'Ambrosio. "Abbiamo voltato pagina", esordisce il numero uno del club, "veniamo da un'annata quasi disastrosa e per questo stiamo cercando ora di alzare l'asticella, mettendo dentro qualche calciatore di esperienza e proveniente da categorie importanti. Abbiamo preso Serafino, giocatore con un curriculum di tutto rispetto, Vergini, che scende dalla Promozione, e non solo: abbiamo ancora qualche colpo di categoria superiore in fase di definizione. Siamo ambiziosi ma non vogliamo fare il passo più lungo della gamba, non puntiamo alla promozione diretta, ma se ci troviamo fra le prime posizioni... vedremo. L'obiettivo del Mideporte è quello di poterci arrivare. La base c'è, anche perché tutti i ragazzi dello scorso anno sono ragazzi di categoria. I vari Pieri, Michettoni, Casu... tutti nomi richiesti da altre società, che hanno scelto però di sposare il nostro progetto e salire di categoria con noi. Con mister Ciculi abbiamo tracciato una linea ben definita, abbiamo grande fiducia in lui." Ma il Mideporte Colle Salario non significa solo prima squadra. Il presidente D'Ambrosio ci spiega che: "Abbiamo fatto una Juniores Regionale C oltre ai Provinciali che già avevamo e che l'anno scorso ci hanno dato grandi soddisfazioni; abbiamo due allenatori validi, uno è Liberati, che farà i Provinciali, e l'altro è Roverelli, preso dal Pomezia, che si occuperà dei Regionali C. Diciamo che con il direttore sportivo Cesino e con il direttore tecnico Creati stiamo facendo del nostro meglio per attrezzare nel migliore dei modi e rendere competitive le tre rose." Ma non finisce qui: ci sono grosse novità in cantiere. "Stiamo provando ad allestire un progetto di scuola calcio. Abbiamo fermato i campi, ci stiamo già muovendo sul territorio per creare le basi, grazie a Mideporte e a Mammanero che ci sostengono e che stanno insieme a me creando questo progetto a lungo termine. Stiamo anche lavorando per perfezionare i nostri rapporti con le grandi squadre, in modo da fornire ai nostri ragazzi la possibilità di essere visionati e valutati. Abbiamo ad esempio canali preferenziali ad oggi con la Cavese, con la Viterbese, con il Frosinone e con la Salernitana e la Reggiana. E non escludo che in futuro potremmo avere rapporti più stretti anche con la Lazio. Allestire altre categorie del settore giovanile? Posso dire che sì, rientra fra i nostri possibili piani, ma come detto non voglio commettere l'errore di fare il paso più lungo della gamba: ci arriveremo con i giusti tempi. Perché non voglio che i ragazzi del Mideporte vadano in campo tanto per: sono del parere che se si decide di allestire una squadra bisogna sempre puntare a far bene, a prescindere, comunque, da quello che poi è il verdetto del campo."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE