Cerca

2ª CATEGORIA

Signia, Sinibaldi: "Anno di partenza, ma si può fare bene"

Ci sono ambizione e fiducia nelle parole del neo-tecnico biancoblu

05 Settembre 2019

Mister Sinibaldi (a sx) e il presidente del Signia Capaldo

Mister Sinibaldi (a sx) e il presidente del Signia Capaldo

Mister Sinibaldi (a sx) e il presidente del Signia Capaldo

Dopo due anni di interruzione, la società Signia Calcio ha di nuovo la sua prima squadra, che ripartirà dal campionato di Seconda Categoria. Conduzione tecnica affidata a mister Sinibaldi, che a un mese dall'inizio ufficiale della stagione ha spiegato prospettive e ambizioni di una formazione biancoblu già solida e carica, malgrado questa, come affermato dallo stesso tecnico, si preveda come una stagione di transizione.


Quali sono le basi su cui avete costruito la prima squadra?


"Siamo partiti innanzitutto richiamando verso la patria i calciatori di Segni che per la maggior parte giocavano fuori; in altre compagini. Lo considero un aspetto positivo quello di far rappresentare ai ragazzi del posto la nostra squadra. Per quanto riguarda la rosa abbiamo creato un mix: ai tanti giovani abbiamo aggiunto degli elementi d'esperienza in modo tale da poterci permettere un campionato quantomeno decente".


Quale sarà il fine, a lungo termine, della prima squadra? Punterete a salire di categoria o a dare spazio ai giovani della 'cantera'?


"Dopo due anni di non-attività penso che questa sia una stagione di transizione, in cui viene creato un gruppo per poter iniziare una nuova avventura. Avendo Under 17 e 15 possiamo dire che nei campionati a venire avremo davanti una squadra interessante, sperando che le capacità societarie migliorino con il passare del tempo. Certo è che l'obiettivo sarà quello di portare tanti ragazzi in prima squadra".


State allestendo una rosa competitiva. Come anno zero cosa potete prefissarvi?


"Mi auguro di avere un gruppo unito per puntare alla zona alta della classifica. Ma da qui a vincere il campionato ci vorrà ancora qualcosa".


A primo impatto, qual è lo spirito, l'ambiente del Signia?


"Devo dire che il nostro è un ottimo spogliatoio. I ragazzi mi ascoltano e sono convinti di quello che stanno facendo; stiamo lavorando tutti i giorni dal 26 agosto e questa sera avremo la prima amichevole. Cominciamo un passo alla volta a costruire la squadra come la vorrò vedere disposta in mezzo al campo per l'inizio del campionato. Abbiamo un preparatore atletico e l'allenatore dei portieri: l'immagine è positiva e abbiamo tutto il necessario per far bene".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE