Cerca

L'INTERVISTA

Nettuno, Antonelli: "Siamo sulla strada giusta"

Il tecnico nettunense ci parla dell'ultima partita affrontata e dello splendido inizio di stagione

21 Ottobre 2019

Gianni Antonelli, mister Nettuno ©DelGobbo

Gianni Antonelli, mister Nettuno ©DelGobbo

Gianni Antonelli, mister Nettuno ©DelGobbo

Ottimo inizio di stagione per il Nettuno di Antonelli che dopo tre giornate si ritrova ad essere l’unica squadra punteggio pieno e di conseguenza capolista nel suo girone. L’ultima impresa dei verdiblù li ha visti strapazzare il Clembofal fuori casa, battendoli con il risultato netto di 0-3. Per i motivi sopraelencati abbiamo deciso di intervistare il mister nettunense che ci ha parlato, per iniziare, della gara vinta domenica: “E’ stata una buona partita, ben giocata da entrambe le squadre. Dal canto nostro siamo stati bravissimi a trovare subito la rete del vantaggio che ci ha semplificato le cose. Da lì abbiamo gestito in maniera impeccabile la partita non subendo praticamente nulla e andandola a chiudere con Canna prima e Gattamelata poi”. Antonelli continua parlando del grande inizio del suo nuovo gruppo: “Siamo partiti molto bene. La squadra la conoscevo già perchè tanti giocatori mi hanno seguito dalla mia passata esperienza con il Lavinio Campoverde ai quali abbiamo aggiunto qualche innesto importante. E’ una formazione costruita per fare un cammino importante, ed a proposito di questo ci tengo a ringraziare il Presidente, che mi ha messo a disposizione tanti mezzi per lavorare al meglio, e tutto lo staff, che è sempre presente e mi aiuta dandomi supporto in un ambiente fantastico come quello di Nettuno. Detto ciò siamo consapevoli dei nostri mezzi, ma anche di giocare un girone difficile, ricco di squadre insidiose e pronte a lottare. Sembra scontato ma chi sbaglierà di meno sarà il favorito per questo noi daremo il massimo in ogni sfida”. Da qui il mister passa ad analizzare il dato relativo ai gol fatti, che finora li vede mettere a segno tre reti a partita: “Sinceramente guardo sempre più quelli subiti che quelli fatti. Questo perchè nella mia esperienza da allenatore, togliendo lo scorso anno in Eccellenza, ho sempre avuto attacchi molto prolifici; del resto il mio modo di giocare porta tanti giocatori alla conclusione dell’azione. Ciò detto sono contento dei dati favorevoli di questo inizio e chiaramente sono frutto del lavoro che svogliamo settimanalmente. Aggiungo a questo dato che la nostra prima punta, Terrazzino, ancora non ha segnato molto, questo perchè fa tanto lavoro sporco in favore della squadra, ma ritengo sia un fattore importante nell’analizzare i numeri perchè vuol dire che abbiamo le possibilità di migliorare ulteriormente”. In chiusura Antonelli spende due parole sulla prossima gara di campionato, che li vedrà affrontare il Podgora: “Sarà una partita difficile. Il Podgora è una squadra fisica e grintosa, ostica soprattutto in casa. In ogni campo non ho mai trovato il tappeto rosso ad accoglierci quindi dobbiamo essere bravi e maturi ad interpretare bene la gara ed a rimanere concentrati sfruttando le occasioni che ci capitano. Inoltre ora siamo primi e si sà che quando si gioca contro la prima della classe c’è sempre qualche motivazione in più a fare bene”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni