Cerca

1ª CATEGORIA

Favola Sorianese: da neo promossa a mina vagante

Vista la splendida partenza in campionato abbiamo deciso di intervistare il mister dei cimini che ci regala tanti spunti interessanti parlando a 360° dei suoi ragazzi

20 Novembre 2019

Esultanza Sorianese ©ASD Sorianese/Sterlicchio

Esultanza Sorianese ©ASD Sorianese/Sterlicchio

Esultanza Sorianese ©ASD Sorianese/Sterlicchio

Una realtà sorprendentemente in crescita quella della Sorianese, che da neo promossa ricopre attualmente una posizione di altissima classifica dimostrandosi una vera e propria outsider. Questa partenza così sbalorditiva ha sorpreso anche il mister dei rossoblù, Giorgio Alessandrini, come lui stesso ci confessa: “Abbiamo confermato il 90% della rosa dello scorso anno, avevamo vinto Coppa e Campionato, ma neanche nelle più rosee aspettative ci aspettavamo una partenza così. Il nostro obiettivo non era di fare un campionato al vertice, eppure adesso ci ritroviamo lì in alto, tra l’altro con alcune defezioni importanti. La risposta dei ragazzi a questa nuova categoria è stata fantastica ed i giovani che abbiamo in rosa sono cresciuti in maniera esponenziale e fulminea, probabilmente dunque il nostro buon inizio è riconducibile proprio a questi aspetti. Avere fuori ragazzi come Floccari, Perazza e Viscarelli per noi avrebbe potuto rappresentare un grandissimo ostacolo, ma chi li ha sostituiti è riuscito a prendere per mano la squadra trascinandola nei momenti più delicati. Penso a Fratini e Salfa ad esempio che si sono rivelati fondamentali per noi. Sono certo che con il rientro a pieno regime degli infortunati ne vedremo delle belle”. Di seguito il discorso passa alle prestazioni passate ed il mister ci racconta degli unici due pareggi rimediati quest’anno, due pareggi comunque circondati da sole vittorie: “Questo nostro girone è davvero equilibrato e guardare la classifica non è per nulla indicativo. Col Cura Calcio è stata una gara particolare, sotto una pioggia torrenziale; i nostri avversari si sono chiusi e noi non siamo riusciti a trovare la via del gol nostro malgrado. Con il Grotte Santo Stefano invece la gara è stata molto giocata ed equilibrata: a mio modo di vedere loro sono una delle squadre più quotate alla vittoria, ma noi abbiamo dato tutto in campo raggiungendo il pari nei minuti finali. Poi nell’ultima sfida con l’Atletico Capranica siamo riusciti a tornare alla vittoria; il Capranica è l’esempio di quanto dicevo prima: una squadra che si trova in bassa classifica, ma che ci ha messo davvero molto in difficoltà, dandomi tra l’altro una buonissima impressione. Fortunatamente per noi Mastrangeli e Fratini sono saliti in cattedra e ci hanno trascinato verso una vittoria fondamentale”. In chiusura Alessandrini dedica qualche parola alla prossima sfida con il Tarquinia, rivelandoci anche dei retroscena interessanti: “Il Tarquinia è una squadra che rincontro con estremo piacere. Lo scorso anno sono stati i nostri diretti antagonisti nella corsa al titolo, tra l’altro è stata l’unica squadra che ci ha battuto la scorsa stagione. Con loro abbiamo vinto la gara più importante, quella dello spareggio per la vittoria del titolo, ma nelle altre due sfide non siamo riusciti a fare bottino pieno. Sarà una gara molto interessante anche perchè anche loro possono dire la loro in questo campionato. Trovo che Fulgur Tuscania, Tarquinia e Pianoscarano siano le principali pretendenti al titolo; poi ci siamo noi ed il Grotte Santo Stefano che possiamo ambire a dare fastidio lì in alto”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni