Cerca

1ª CATEGORIA

Borgo San Martino, Rendina: "Peccato, ma rialziamo subito la testa"

Il mister giallonero ci parla della sconfitta interna subita contro il Passoscuro

26 Novembre 2019

Gianni Rendina, mister Borgo San Martino

Gianni Rendina, mister Borgo San Martino

Gianni Rendina, mister Borgo San Martino

Nella giornata di domenica è arrivata la seconda sconfitta stagionale per il Borgo San Martino. Uno 0-1 in casa arrivato per mano della capolista Passoscuro; una sconfitta, dunque, che comunque non pregiudica quanto di buono costruito fino ad ora dal gruppo di Gianni Rendina. Il campionato ancora è lungo ed aperto con i gialloneri che, nonostante i tre punti persi, rimangono in terza posizione, continuando a seguire la scia di Passoscuro e Duepigreco. Abbiamo intervistato il mister della formazione di Cerveteri chiedendogli le sue sensazioni sulla sfida contro i biancoverdi: “Non sono rammaricato solo per il risultato, quello che mi dispiace di più è di non aver visto il nostro gioco in questa sfida. Un gara nervosa e spezzettata, nella quale non abbiamo sfruttato il vantaggio numerico. Loro sono stati abili ad indirizzare la gara in loro favore e in questo gioco ci può stare; quindi onore e merito ai nostri avversari, ma noi dobbiamo assolutamente fare mea culpa. Abbiamo avuto troppa fretta nel lanciare palloni in mezzo alla ricerca del gol facendo il loro gioco”. Di seguito Rendina si concentra sulla seconda frazione, il tempo nel quale è arrivata l’unica rete del match (quella di Montepaone dagli undici metri), nonostante il vantaggio numerico del Borgo San Martino acquisito a ridosso del duplice fischio: “Nella ripresa abbiamo spinto sì, ma senza produrre molto. Andavamo avanti in maniera troppo confusionaria e con la loro difesa ben schierata era difficile trovare spazi. Avremmo dovuto allargare più il gioco sulle fasce. L’infortunio nei primi minuti di gara del nostro difensore centrale, Morasca, ci ha un po’ pregiudicato; è un giocatore di grande esperienza che mette calma a tutta la squadra e anche sulle palle inattive ci sarebbe tornato molto utile. Dobbiamo lavorare ancora e migliorare sotto tanti aspetti”. In chiusura il mister giallonero si proietta verso il resto del campionato, asserendo che ancora c’è molto da giocare: “La testa va subito alla prossima sfida. Il campionato è lungo, c’è ancora tanto da giocare e i conti si fanno a Maggio. Purtroppo nella sfida con il Passoscuro siamo un po’ caduti nel loro tranello, siamo una squadra tecnica che dovrebbe pensare più ad impostare il gioco. Mi assumo le mie responsabilità, ma sono fiducioso perchè il gruppo è saldo e se ci alleniamo sempre bene e con costanza possiamo dire la nostra”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE