Cerca

1ª CATEGORIA

Il Fidene sta vivendo un sogno: voce ai protagonisti dell'impresa

Massimiliano Faggetti ed Angelo Di Gennaro ci raccontano la partenza da favola e commentano l'ultima fatica contro il Castel Giubileo

13 Gennaio 2020

La formazione del Fidene prima della gara ©Posi

La formazione del Fidene prima della gara ©Posi

La formazione del Fidene prima della gara ©Posi

E’ il Fidene delle meraviglie, è il Fidene del punteggio pieno, è il Fidene dei record. Ma il club rossoverde non è solo questo; il Fidene è la squadra del quartiere, quella che fa innamorare i sostenitori, quella che fa tornare l’entusiasmo, quella che a fine gara ti fa andare via dal campo senza voce. Dopo la vittoria di misura nel derby contro il Castel Giubileo, la compagine di Faggetti è arrivata a 14 vittorie su 14 incontri disputati. Numeri da capogiro per una formazione che non vuole arrestare la sua corsa puntando dritto verso un unico obiettivo: la Promozione. Nel post partita abbiamo intervistato due dei protagonisti della sfida, Angelo Di Gennaro, autore del gol vittoria, e Massimiliano Faggetti, il mister rossoverde, chiedendogli le loro sensazioni a proposito di questo cammino che appare inarrestabile, sulla gara che si era da poco conclusa e sul prossimo impegno, segnato con un cerchio rosso sul calendario dei sostenitori, ma non solo…


Le parole di Massimiliano Faggetti La gara con il Castel Giubileo non è stata semplice; la prima fase è stata di mero studio. La maggior qualità del Fidene si prercepiva, ma esitava a venire fuori. Col passare dei minuti però, i locali crescevano sempre di più fino a trovare il gol del vantaggio, che poi si sarebbe rivelato anche quello della vittoria. “Sapevamo che sarebbe stata una partita dura - esordisce il tecnico -. Loro chiudono bene gli spazi e ci aspettavamo di dover faticare un po’ prima di prendere le giuste misure; poi però abbiamo preso sempre più campo fino ad andare avanti nel punteggio. Da lì abbiamo tenuto bene seppur non senza qualche sofferenza”. Incalzando il mister sul momento di leggera sofferenza gli chiediamo la sua chiave di lettura e lui ci risponde così: “Nel primo tempo abbiamo preso sei ammonizioni e questo un po’ ci ha condizionato, siamo stati costretti a rallentare leggermente sotto il punto di vista dell’agonismo ed ho dovuto fare qualche sostituzione forzata mirata a preservare un risultato per noi fondamentale”. In chiusura Faggetti ci presenta l’attesissimo match contro il Real San Basilio del prossimo fine settimana: “La prossima è la gara che aspettiamo da tempo. I loro sostenitori sono venuti a vederci, sintomo che anche i nostri avversari ci tengono molto. Sarà la chiave del campionato, se vinciamo allunghiamo ancora, se perdiamo ci avvicinano. Dal canto nostro la prepareremo al massimo; sono senza dubbio una buona squadra, ma noi non siamo da meno e proveremo a portare a casa il risultato, come ogni settimana”. 


La corsa del match winner verso i supportes dopo la rete ©Posi

Le parole di Angelo Di Gennaro Ad aggiungersi al coro è anche il centrocampista classe ‘86 che, grazie ad uno splendido inserimento, ha punito il Castel Giubileo con una zuccata da corner, rivelandosi, grazie alla sua marcatura, anche il match winner. “Già dall’inizio della settimana sentivamo in maniera particolare questa importante sfida perchè sapevamo che il Castel Giubileo avrebbe fatto di tutto per fermare la nostra corsa. E’ stata una gara giocata sui nervi e molto combattuta sotto il punto di vista dell’agonismo. Fortunatamente sono riuscito a trovare la rete che l’ha risolta in nostro favore”. Di seguito Di Gennaro commenta il percorso svolto dalla sua compagine fino a questo momento: “Siamo estremamente contenti di quanto costruito finora. Ad inizio anno sapevamo di avere tutte le carte in regola per fare un campionato da protagonisti, ma una partenza così fulminea ci ha stupito anche a noi. Le vittorie, giornata dopo giornata, ci hanno portato ad essere sempre più convinti dei nostri mezzi. La società ha allestito una squadra per poter sognare in grande e noi stiamo lottando con veemenza per non tradire le aspettative. Il nostro non è un girone semplice, ci sono tante squadre che possono dire la loro, su tutte il Real San Basilio”. Real San Basilio che, come già ampiamente detto, sarà proprio il prossimo avversario del Fidene dei record; un ultimo rettilineo prima di arrivare al giro di boa. Una sfida alla quale i rossoverdi arrivano già certi di essere campioni di inverno grazie al distacco di sette lunghezze dagli inseguitori. Ma in palio ci sarà molto di più perchè siamo certi che il Fidene vorrà arrivare alla fine del girone d’andata ancora da imbattuta, e perchè no, ancora a punteggio pieno. “E’ una gara sicuramente molto importante per tutti - commenta il centrocampista -, probabilmente la più importante tra quelle giocate sinora. Il San Basilio, come detto, è un’ottima squadra e senza dubbio ci tengono molto a figurare bene in questo scontro diretto. I loro tifosi ci tengono molto a questa sfida, io sono di quelle zone e so che è la squadra della borgata e per questo fortemente è spinta dal loro pubblico, come del resto anche noi siamo supportati dai nostri tifosi. Una menzione particolare infatti va proprio a loro, che nella sfida col Castel Giubileo sono stati il nostro dodicesimo uomo in campo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE