Cerca

1ª CATEGORIA

Real San Basilio - Fidene, si gioca al Gianni: è polemica

Tiene banco la decisione della Questura di Roma di spostare la sede del big match per motivi di ordine pubblico. Scambio di comunicati sui Social

18 Gennaio 2020

Il tifo del Real San Basilio ©Facebook

Il tifo del Real San Basilio ©Facebook

Il tifo del Real San Basilio ©Facebook

Per motivi di ordine pubblico la Questura di Roma ha deciso di spostare la gara tra Real San Basilio e Fidene dal campo Pionieri al Francesca Gianni. Le due compagini, che militano nel girone B di Prima Categoria, ricoprono le prime posizioni della classifica e nell’ultima partita del girone di andata scenderanno in campo per il tanto atteso scontro diretto. Ma c’è un però. La dimora sportiva del Real San Basilio, il campo Pionieri, non potrà accogliere l’importante gara, che di conseguenza è stata spostata al Francesca Gianni. Il club di San Basilio non ha preso bene la decisione della Questura e nella giornata di ieri si è scagliata contro la società “rivale”, accusandola di aver preso accordi con la Questura di Roma, appunto, oltre ad aver umiliato e sminuito la loro società. Parole dure espresse in un comunicato apparso sui canali ufficiali del Real San Basilio che di certo non hanno contribuito a stemperare gli animi in vista di un match che già alla vigilia si preannunciava molto acceso. Accuse che il Fidene ha poi prontamente smentito nella figura del Presidente Antonio Cadoni che nella mattinata odierna ha risposto con un altro comunicato volto a distendere gli animi, nonché a spiegare il reale andamento dei fatti. Di seguito riproponiamo il botta e risposta tra le due società:


Real San Basilio:

“In data 17/01/2020, la società ASD REAL SAN BASILIO, rappresentata dal presidente Marando è stata convocata dalle forze dell’ordine a presentarsi in questura per il ritiro di una notifica.

Ci veniva comunicato il divieto di disputare la partita in programma il 19/01/2020 contro ASD FIDENE presso il nostro centro sportivo PIONIERI, spostando la gara al campo Francesca Gianni. La società ASD REAL SAN BASILIO prende atto di tale gesto umiliante e sminuente voluto dichiaratamente dalla società ASD FIDENE in accordo con la questura di Roma, pensando che questo atto discriminatorio possa ostacolare il proprio cammino.

Una decisione presa senza alcuna ragione, se non quella di far passare la nostra società in cattiva luce per l’ennesima volta. Tant’è vero che come società ci siamo sempre distinti per l’amore, la passione e i sani valori di questo sport. Il nostro obiettivo è quello di cercare di unire tutti i ragazzi della zona e portare avanti un progetto che ai nostri occhi e positivo.

In quanto nati e cresciuti in questa borgata siamo abituati a questi soprusi e alle vostre provocazioni, quindi non ci fermeremo nemmeno questa volta, cercando di portare questa realtà più in alto possibile. Grazie.

Distinti saluti.

ASD REAL SAN BASILIO

ALFREDO MARANDO”.


Fidene: 

“L’Asd Fidene con il presente comunicato intende rendere noti e precisare i seguenti fatti. La questura di Roma ha preso in maniera autonoma la decisione di spostare la partita San Basilio vs Fidene, prevista per domenica 19.01.2020, dal campo “Pionieri” al “Centro sportivo Francesca Gianni”. Non è nel potere dell’Asd Fidene, ne soprattutto nostra volontà, richiedere la variazione del terreno di gioco delle squadre avversarie. Pertanto il suddetto provvedimento della questura, ha colto impreparati i dirigenti, i membri dello staff e i giocatori che erano pronti a scendere in campo sul terreno di gioco del “Pionieri.

Il presidente, Antonio Cadoni”.

 

Il tifo del Fidene ©Facebook

Secondo la ricostruzione dei fatti, dunque, le due società sarebbero state convocate presso i commissariati di zona al fine di rendere noto alle forze dell’ordine quanti spettatori, dell’una e dell’altra fazione, sarebbero accorsi al Pionieri per assistere alla gara. Di conseguenza, vista la grande partecipazione che le due tifoserie avrebbero manifestato, la questura ha deciso di spostare la sfida in un campo, il Francesca Gianni, che avrebbe reso più sicuro lo svolgimento della stessa. Una decisione, come accennato, non digerita dai tifosi del Real San Basilio, ma che ha preso alla sprovvista anche la frangia più calda del pubblico di Fidene che, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe intenzionata a non presentarsi alla gara per solidarietà nei confronti della tifoseria del San Basilio. Insomma la vigilia del match in questione inizia ricca di dubbi ed incertezze; dubbi ed incertezze che speriamo possano svanire al momento del fischio iniziale della gara, nell’auspicio che le due compagini coinvolte possano regalare lo spettacolo che da inizio stagione hanno sempre dimostrato all’interno del campo da gioco e sugli spalti, con i calciatori pronti a lottare per la loro maglia e con le tifoserie pronte a supportare i loro colori con canti e cori in maniera sportiva e pacifica.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni