Cerca

1ª CATEGORIA

Pianoscarano, Santini: "Siamo in linea con gli obiettivi"

Il dirigente rossoblù ha fatto il punto della situazione dalla prima squadra alle giovanili

24 Gennaio 2020

Andrea Santini

Andrea Santini

Andrea Santini

La prima squadra del Pianoscarano milita nel girone A della Prima Categoria, i rossoblu hanno concluso il girone di andata con la vittoria per 3-1 sul campo del Vetralla e adesso si trovano in quarta posizione con 30 punti. "In concomitanza con i settanta anni della società ci eravamo prefissati di vincere il campionato e di poter fare il salto di categoria. In questo momento stiamo lottando per raggiungere questo obiettivo, siamo a sette punti dalle prime posizioni e daremo il massimo fino all'ultima giornata". La formazione viterbese nella prima giornata del girone di ritorno sarà impegnata in trasferta sul campo della Maremmana, formazione in difficoltà che staziona al tredicesimo posto. All'andata i rossoblu sono stati protagonisti di una partita impecabile finita sul 5-1. "Come ogni partita il mister la sta preparando con molta attenzione, non possiamo più permetterci passi falsi, andremo li per vincere contro una formazione che darà tutto per strappare i tre punti". L'intervistato in merito al settore giovanile ha dichiarato:"La Juniores allenata da mister Brunelli sta lavorando molto bene e riteniamo che l'obiettivo di rimanere nel campionato regionale prefissato a inizio stagione sarà centrato". Il Pianoscarano U16 è in uno strepitoso momento di forma, la squadra si trova al secondo posto a quattro punti dalla vetta occupata dalla Leocon e come afferma il dirigente: "L' under 16 sta convincendo e come per la Prima Categoria lotteremo fiono all'ultimo per conquistare il titolo". I giovanissimi U14 stanno affrontando al meglio il campionato e come ci ha sottolineato Santini: "La vera sorpresa della società sono i giovanissimi allenati dal mister Ramacciani che stanno affrontando un campionato sotto età al di sopra dei pronostici iniziali". Per quanto riguarda la scuola calcio ha dichiarato: "Alla base della scuola calcio ci deve essere il divertimento e per questo abbiamo puntato su uno staff preparato che riesca a svolgere sia il compito di allenatori che quello di educatori in grado di trasmettere ai giocatori il rispetto per la persona e per gli avversari".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE