Cerca

1ª CATEGORIA

Borgo San Martino, Vincenzo Palluzzi racconta la sua gestione

Il mister giallonero parla a 360 gradi della sua nuova esperienza, dell'ultima giornata ed infine incorona il Passoscuro

27 Gennaio 2020

Vincenzo Palluzzi, mister Borgo San Martino

Vincenzo Palluzzi, mister Borgo San Martino

Vincenzo Palluzzi, mister Borgo San Martino

Vincenzo Palluzzi è ormai alla guida del Borgo San Martino da un mese e mezzo. Un mese e mezzo ricco di soddisfazioni in casa giallonera dato che con il nuovo mister è arrivata una sola sconfitta (con l’Atletico Ladispoli con il risultato di 3-1 ndr.). Parte proprio da qui il mister nella sua intervista, parlandoci di come non sia semplice entrare in un ambiente a stagione in corso: “Quando sono arrivato ho trovato una squadra piuttosto confusa per via delle dimissioni di Rendina, c’era molto affetto nei suoi confronti. Subentrare in un nuovo spogliatoio a stagione in corso non è mai facile e nasconde sempre qualche insidia. E’ come entrare in casa altrui, ed in questo caso lo spogliatoio è la casa dei giocatori. Quando inizi un’avventura a giugno-luglio puoi permetterti di esprimerti subito in maniera più diretta, mentre in questo caso ci è voluto un approccio più tenero. In ogni caso adesso stiamo raggiungendo un rapporto più empatico con i ragazzi, ci sono alcune visioni differenti in alcuni casi, ma a me piace vederle come una spezia in un piatto, sono utili, servono ad “insaporire” un rapporto ed a condividere delle opinioni. Diciamo che ad oggi - continua Palluzzi - ho avuto un calendario più favorevole rispetto a quello del mister che mi ha preceduto e questo ha in parte agevolato il mio compito”. Poi la palla passa al campo, più in particolare all’ultima fatica dei suoi ragazzi nella sfida che li ha visti uscire vittoriosi contro la Polisportiva Ostiense per 5-2: “I nostri avversari mi hanno fatto una grandissima impressione, hanno dei giovani davvero bravi che meritano assolutamente una menzione. Al di là di questo però tutta la Polisportiva Ostiense mi è piaciuta, più che altro per l’atteggiamento. La gara era indirizzata sui giusti binari per noi, ma loro non hanno mai rinunciato alla ricerca del gioco. Hanno accettato di essere attaccati e hanno sempre provato a riattaccarci, mi è piaciuto molto il loro spirito. Per quanto ci riguarda abbiamo interpretato bene la gara sfruttando al massimo gli spazi che il nostro campo ci offre”. Di seguito Palluzzi ci fa una piccola previsione sul campionato che sarà: “Da qui alla fine credo che il Passoscuro non sia più raggiungibile. Nove punti sono molti, specialmente se li devi riprendere ad una squadra che non sta mai perdendo. Se continuano così sono irraggiungibili per tutti. Anche lo scontro diretto, un’occasione per accorciare, non è facile da vincere, sono forti ed esperti. Dopo di loro credo che ci saranno quattro squadre a lottare per il podio; ci siamo sicuramente noi e la Duepigreco, ma anche Borgo Palidoro e Dragona daranno battaglia. Da qui alla fine dobbiamo fare la corsa su noi stessi, migliorando nell’atteggiamento e nella predisposizione alla vittoria. Sicuramente daremo il massimo, ma il Passoscuro lo vedo primo, senza dubbio”. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE