Cerca

1ª CATEGORIA

Fidene, bomber Giuliani: "Al rientro avremo tante certezze"

Il capocannoniere dei rossoverdi ci racconta il rammarico per un'ottima stagione non conclusa e ci parla delle sue speranze

11 Aprile 2020

Fabio Giuliani dopo una rete

Fabio Giuliani dopo una rete

Fabio Giuliani dopo una rete

La stagione del Fidene era partita nel migliore dei modi. La compagine rossoverde guidata da Massimiliano Faggetti era riuscita ad incasellare una serie positiva di 14 vittorie nelle prime 14 giornate, cosa che inevitabilmente ha portato il team a mantenere la vetta della classifica per praticamente tutta la stagione. Al momento dello stop dei campionati dovuto all’emergenza coronavirus i rossoverdi si trovavano ancora in testa ad una sola lunghezza di distanza dal Real San Basilio, unica squadra capace di tenere il passo. Dopo una stagione così buona c’è grande rammarico per l’interruzione, ma in questi casi tutto passa in secondo piano. Si percepisce questo dalle parole di Fabio Giuliani, capocannoniere del Fidene, che in una breve intervista ci ha dato la sua opinione sulla situazione attuale e su quello che sarà.


In prima battuta ti chiederei un doveroso commento sulla situazione che stiamo vivendo…

“Credo che in questi momenti dobbiamo preservarci e rimanere a casa, lo sport passa inevitabilmente in secondo piano. Dobbiamo però anche cercare di rimanere in forma e per farlo non credo che sia necessario uscire di casa; ci sono tanti modi per mantenersi in allenamento ed è quello che sto facendo anche io con tanti piccoli esercizi, poi quando sarà il momento saremo tutti felici di tornare in campo, ma prima dobbiamo per forza risolvere questa situazione”.


Come commenti la tua stagione e, più in generale, quella della tua squadra?

“La società in estate aveva creato una grande squadra, ricca di buoni giocatori, ma durante la stagione siamo riusciti a raggiungere risultati che non ci aspettavamo neanche noi. L’esempio lampante sono le 14 vittorie consecutive nelle prime 14 giornate di campionato. Sappiamo di avere un gruppo forte con una società seria alle spalle; a proposito di questo ci terrei a ringraziare il nostro direttore generale Carlino, il ds De Marco, il nostro mister Faggetti, l’allenatore in seconda, quello dei portieri, insomma tutte le persone che ci hanno aiutato a fare un ottimo campionato. Per quanto riguarda me in particolare ero partito molto bene segnando 5 reti nelle prime tre giornate, poi a causa di qualche infortunio ho un po’ rallentato riuscendo comunque ad andare in doppia cifra (10), quindi nel complesso sono abbastanza soddisfatto anche del mio operato”.


Secondo il tuo parere c’è la possibilità di tornare in campo e concludere la stagione?

“Sinceramente la vedo dura. Su questi argomenti non si scherza, quindi prima dobbiamo far passare questa situazione e poi si penserà a tornare a giocare. Speriamo di poter tornare a farlo quanto prima ma in ogni caso non credo che si concluderà questo campionato”.


Cosa vi lasciate alle spalle dopo questa stagione mutilata e cosa troverete al momento del ritorno in campo?

“Lasciamo un campionato disputato in maniera quasi impeccabile; non so quali saranno le decisioni finali ma spero che ci verrà assegnato il titolo, vista la nostra ottima stagione sarebbe un peccato perdere quanto costruito. Per il futuro torneremo in campo con tantissime certezze e riabbraccerò un gruppo saldo ed ancora con la determinazione e la voglia di vincere”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE