Cerca

il comunicato

Calcio Popolare Unito, Bruschi avanza la candidatura al CR Lazio

Il movimento della Terza Categoria con una "posizione indipendente e neutrale" scende in campo e presenta il proprio rappresentante in vista delle prossime elezioni

29 Dicembre 2020

Calcio Popolare Unito, Bruschi avanza la candidatura al CR Lazio

Attraverso una nota sui propri canali social il Calcio Popolare Unito, movimento della Terza Categoria, ha ufficializzato la volontà di concorrere nelle prossime elezioni del CR Lazio presentando la candidatura di Stefano Bruschi. Di seguito la nota ufficiale del movimento:

Come è ormai noto il CPU alle prossime elezioni del CR Lazio, ha una posizione indipendente e neutrale e presenta come proprio candidato delegato il Dott. Stefano Bruschi.
Le due cordate che si dovrebbero fronteggiare per la presidenza, rappresentano istanze e percorsi differenti che non è stato possibile conciliare nell’interesse comune. Difficile stabilire se il 9 gennaio si svolgerà un esercizio di democrazia e di partecipazione delle società sportive, piuttosto che uno scontro sterile e insignificante, preludio di un periodo incerto.
Pericle nel suo discorso ai cittadini ateniesi nel 461 a.C. elogia le virtù della città stato e le conquiste ottenute nel campo dei diritti pubblici e privati. Dopo oltre 2000 anni facciamo fatica a comprendere i meccanismi elettorali dell’assemblea elettiva del 9 gennaio che avrebbero potuto ascoltare le parole del generale, il quale parlando di Atene ricorda che:
_“non ignora mai i meriti dell’eccellenza”; “chiama a servire non come un atto di privilegio, come ricompensa al merito”; “non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private”; “rispetta quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso”._
Non abbiamo la pretesa di cambiare tutto in un giorno, né di convincere chi ha già investito il suo tempo nel sostenere le tradizioni del passato o l’impalpabile promessa del futuro. Il CPU suggerisce proposte concrete di trasformazione e rinnovamento degli organismi sportivi con strutture permanenti, autonome e sostenibili. Invita a superare la logica dei tavoli, delle consulte, dei collaboratori, dei consulenti, di chi si prodiga avendo un piede in due staffe.
Ogni singolo dipendente e collaboratore della Figc, della Lnd, e delle società sportive del Lazio deve ritrovare la spinta motivazionale che lo ha avvicinato al nostro meraviglioso mondo del calcio dilettantistico che oggi, come mai, ha bisogno delle migliori energie a servizio del bene comune.
In qualche modo il CPU sarà presente all’assemblea elettiva e propone di collocare uno striscione all’ingresso con il titolo:
_“Qui alla LND noi facciamo così”_

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni