Cerca

in edicola

Cerveteri, Bruschi: "Ci vorrebbe il coraggio di dire che la stagione è finita"

Il presidente del club di Terza Categoria sullo scenario attuale: "Così ci sarebbe tempo per stilare protocolli e norme severe per la ripartenza" e sulla scelta di partecipare ai campionati AICS: "se si vuole trovare una via per svolgere attività la si trova ma non credo sarà la nuova frontiera"

07 Marzo 2021

Cerveteri, Bruschi: "Ci vorrebbe il coraggio di dire che la stagione è finita"

Negli ultimi tempi, tutti i riflettori sono stati per l'Eccellenza. Come l'hanno presa le miriadi di realtà, dalla Promozione alla Terza Categoria, che ora si ritrovano a navigare a vista nel tentativo di rimanere a galla in questa sorta di limbo calcistico? Stefano Bruschi, presidente del Cerveteri Football Club in Terza Categoria, ci dice la sua raccontandoci difficoltà e dubbi per il futuro: "Secondo me non bisogna essere dei sognatori, ma essere concreti e reali. Secondo me ci vorrebbe il coraggio di dichiarare che questa stagione è chiusa. Avendo tanto tempo a disposizione, ci sarebbe così l'occasione per stilare protocolli e norme severe per ripartire, magari anche a Luglio, però bisogna iniziare da qualche parte". Il presidente però ha fatto anche scelte importanti per l'immediato presente, come quella dell'iscrizione al campionato AICS che li vede scendere regolarmente in campo: "La discriminante dei numeri è importante perchè un conto sono 10 squadre e un altro sono 150 o 200. Non credo che questa possa esser vista come la nuova frontiera". L'intervista integrale sarà disponibile sull'edizione di Gazzetta Regionale in edicola da lunedì 8 marzo, acquistabile anche tramite la nostra edicola digitale

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE