Cerca

1ª categoria

Alessandro Cuboni "Bisognerà capire se le fasce d'età resteranno queste o meno"

Data per conclusa questa stagione il presidente del Pianoscarano guarda al futuro con un importante interrogativo

16 Marzo 2021

Pianoscarano

Alessandro Cuboni, al centro in rosso, presidente del Pianoscarano

Il Pianoscarano è una realtà storica del calcio laziale ed in particolare del viterbese. Da sempre deve confrontarsi con tante realtà di spessore (in primis con i concittadini gialloblù) ma il rendimento nel corso degli anni ha sempre portato a delle soddisfazioni sia in campo giovanile (soprattutto) che in quello riguardante la prima squadra. In questa stagione il presidente Alessandro Cuboni ed il suo staff avevano pensato e creato una squadra che potesse lottare per la promozione. Obiettivo di fatto congelato dalla pandemia, ma che nella testa del club rimane assolutamente presente, ammesso che ci possano essere le condizioni per poterlo di nuovo ritirare fuori dal cassetto e renderlo pratica calcistica piuttosto che mero intento. L'inizio di stagione della formazione allenata da Brunelli stava andando per il verso giusto con 9 punti conquistati in 3 partite disputate, con i rossoblù a far compagnia al Vetralla in testa al girone A. Un punto di partenza, dunque, per avere nuovo slancio quando ci sarà da sgomitare di nuovo in area di rigore.

Lo stop "Noi ci siamo fermati subito - esordisce il presidente - perché ritenevamo fondamentalmente inutile far allenare la squadra in campo e mettendoli a rischio, sia per quello che riguarda il loro lavoro, sia nell'ambito familiare. Abbiamo provato a riprendere l'attività nel mese di gennaio, per una quindicina di giorni, nella speranza che le condizioni potessero migliorare, ma purtroppo le condizioni non sono andate nella direzione giusta e quindi abbiamo sospeso di nuovo gli allenamenti. Seguiamo settimanalmente i giocatori con un preciso piano che abbiamo stilato ed abbiamo messo a disposizione la struttura per chi volesse utilizzarla dalle 19 alle 21, ovviamente in forma individuale. Uno stop del genere avrà comunque grosse ripercussioni soprattutto sui ragazzi più giovani, dall'Under 17 in giù, visto che hanno perso un anno e mezzo e per loro poter esordire in campionato con la prima squadra è comunque sempre stato un obiettivo, una piccola soddisfazione. Mio figlio ad esempio ha giocato nell'ultima gara che abbiamo disputato quest'anno e sembrava quasi avesse realizzato un sogno. Giocare con "i grandi" a 16 anni è stata per lui una bella soddisfazione, ma al momento della ripresa avranno grosse difficoltà nel riprendere questo tipo di attività".

Richiesta di chiarezza Come la stragrande maggioranza delle società laziali anche il Pianoscarano si trova ad attendere novità su quello che potrà fare da qui a breve e, comunque, nel prossimo futuro, in modo da poter programmare la prossima stagione con la dovuta accortezza "Che il campionato non sarebbe andato avanti lo avevamo dato per scontato, anche se avevamo lavorato per costruire una squadra all'altezza della situazione. Quello che vorremmo avere sono delle linee guida per poter programmare la stagione. Vorremmo sapere se la classe d'età degli under sarà mantenuta o meno, e allo stesso tempo abbiamo bisogno di maggiori delucidazioni sulle categorie giovanili, per sapere se saranno congelate o meno. In base a queste informazioni potremo capire cosa fare del nostro progetto, perché a seconda delle decisioni che verranno prese ci saranno delle differenze sostanziali. Volevamo fare un campionato di un certo tipo con l'Under 19, provando a conquistare l'Elite e trasportando i giocatori nella prima squadra dando spazio a quelli con l'età più alta. Infine ci serve maggiore chiarezza dal punto di vista economico, era stato dichiarato uno slittamento dei pagamenti che al momento, però, non è stato confermato. Ci sono tante piccole cose da mettere a posto per permetterci di capire meglio la situazione in cui ci dovremo muovere da qui in avanti". Infine, da uomo di calcio, Alessandro Cuboni dice la sua anche sul nuovo format che riguarda l'Eccellenza. "Un campionato del genere non sarà veritiero di valori in campo. E' stato creato solamente per convalidare gli spostamenti con la Serie D". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni