Cerca

E-sports

Vesta, Insofferenti: "E-sports destinati a crescere sempre di più"

Parola a un altro componente del team Pro Club della società romana, che sta dominando la competizione e-sportiva organizzata dal CR Lazio

30 Aprile 2021

Vesta Insofferenti

Niccolò Insofferenti, uno dei componenti del team Pro Club della società romana (Foto ©Vesta)

Il Vesta sta facendo fuoco e fiamme nel campionato di Serie E di E-sports organizzato dal CR Lazio, a punteggio pieno nel girone A. Niccolò Insofferenti, tra i giocatori del Vesta per il Pro Club, ci ha raccontato la sua storia con la società romana, parlandoci poi del momento che lui e i suoi compagni stanno vivendo: "Prima di entrare nel Vesta ero capitano di un club nel quale ho introdotto Salvatore Amirante, dopo averlo visto giocare. Il mio club poi si è sciolto, ma circa cinque anni fa proprio grazie a 'Lewandowski' (nome d’arte di Amirante, ndr) ho conosciuto Amin, che oggi è il nostro capitano: per noi è stato come un maestro, ci ha insegnato diverse cose relative al gioco ed è stato lui ad avviare i contatti con il Vesta – esordisce, passando poi a parlare della competizione LND - Il campionato sta andando oltremodo bene, pensavamo fosse più difficile, per ora abbiamo vinto tutte le partite e siamo molto fiduciosi per quanto riguarda la qualificazione alla prossima fase della Serie E". Una delle vittorie più dolci, recentemente, è stata quella nel 'derby' contro la Romulea, anch’essa imbattuta prima di arrivare al big match: "Per quanto riguarda la Romulea, ci tenevamo molto a vincere, era un derby perché entrambi facciamo parte della stessa società di gaming, MCES Italia. Sapevamo che erano la squadra da battere, la più pericolosa, ed infatti quando siamo entrati in live il 90% degli spettatori davano loro per favoriti, ma alla fine abbiamo vinto 4-0 – spiega - Ora aspettiamo il ritorno ed abbiamo intenzione di ripeterci". Infine, Insofferenti ci ha parlato del settore E-sports dal suo punto di vista: "Sono sempre stato interessato a questo mondo, ho partecipato anche all’iniziativa di Gamerwall, che organizzava tornei nelle università, i cui risultati si sommavano ai voti degli esami universitari, per poi stilare una graduatoria per delle borse di studio- chiude - In questo campo sono sempre stato molto attivo, penso che in futuro il mondo degli E-sports possa crescere, è destinato a farlo sempre di più e darà sempre più possibilità a chi è realmente meritevole".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE