Cerca

e-sports

Vesta e MCES Italia, Ricci: "E-sports in crescita, il Covid ha dato slancio"

Il direttore generale della società internazionale: "Crediamo che attività sportive virtuali e tradizionali possano arricchirsi vicendevolmente"

06 Maggio 2021

MCES Italia Ricci

Il dg di MCES Tommaso Ricci (Foto ©MCES Italia)

Gli E-sports stanno diventando una realtà sempre più concreta, e Tommaso Ricci, direttore generale di MCES Italia, ci ha presentato il progetto MCES al cui centro c’è l’obiettivo di unire l’esperienza sportiva a quella e-sportiva, illustrandoci poi il rapporto di collaborazione con il Vesta Calcio e con le altre squadre dilettantistiche del panorama romano: “Siamo una società di E-sports internazionale con sede in Francia, Stati Uniti, Nord Africa e ovviamente Italia, più precisamente a Roma. Il Vesta ci ha chiesto una consulenza per formare un reparto e-sportivo, quindi abbiamo organizzato un torneo per selezionare quelli che saranno i rappresentanti del Vesta Calcio in quest’ambito - esordisce il dirigente - Le nostre radici sono impiantate nel mondo dello sport, e crediamo che gli Esports e le attività sportive tradizionali possano arricchirsi vicendevolmente, soprattutto in questo momento in cui tanti ragazzi non possono giocare dal vivo; si crea un’alternativa che oltre ad essere di svago per i ragazzi il cui campionato è stato interrotto, può anche avvicinare al mondo dello sport i giovani che invece giocano per lo più online, e tutto ciò per il Vesta è stato molto interessante, date le scarse attività dell’ultimo anno e i tanti ragazzi interessati alle due realtà che orbitano attorno alla società”. Il Vesta è gestito da giovani imprenditori che vogliono dimostrare di poter far crescere la società utilizzando supporti tecnologici in allenamento e in partita, monitorando ed analizzando i movimenti della squadra in campo per migliorare costantemente e in maniera accurata. Il settore e-sportivo ha suscitato grande interesse nella dirigenza, che ha deciso di rivolgersi a MCES per svilupparlo, e come Ricci ci spiega, il torneo per selezionare il team che rappresenterà la società romana è stato un successo: “La competizione, la Vesta Cup, ha avuto un grandissimo riscontro: il vincitore farà parte della squadra Vesta, mentre l’altro sarà selezionato dalla nostra Academy, dove formiamo i ragazzi, anche con l’aiuto dei mental coach, per farli giocare in modo professionale, in questo caso su FIFA, ovviamente un gioco di calcio”. Infine Tommaso Ricci ci ha fatto una panoramica sul mondo degli Esports, che negli ultimi anni sta catturando molta attenzione, ed anche in Italia inizia pian piano a far parlare di sé: “La pandemia ha dato un forte slancio al movimento nell’ultimo anno, a livello internazionale è un settore già abbastanza avanti, mentre in nel nostro paese sta iniziando a crescere ora. Ciò che vogliamo fare noi di MCES Italia è favorire una semplificazione dell’ingresso di diverse società all’interno del settore, e lo facciamo partendo dal basso, cercando quindi di creare settori e-sportivi per società come appunto il Vesta, la LUISS, la Romulea, e crediamo che dopo uno o due anni la società debba saper camminare con le proprie gambe, formare da sé i propri giocatori, ed essere capace di allenarli e selezionarli - conclude Ricci - Alla fine di questo mese avremo aperto la sala gaming della Romulea, anche questo fa parte della nostra attività di consulenza, oltre ovviamente alla nostra presenza come società internazionale nel mondo degli Esports”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni