Cerca

1ª categoria

Pro Calcio San Giorgio, inizio boom. Passalacqua "Partiti bene e... fortunati"

Il tecnico ciociaro si gode i 6 punti conquistati nelle prime due gare della stagione senza subire gol

26 Ottobre 2021

Carmine Passalacqua

Carmine Passalacqua, allenatore della Pro Calcio

Un ottimo avvio di campionato per la Pro Calcio San Giorgio, con le vittorie - entrambe 2-0 - su Real San Vittorese e Accademia Frosinone, e la meritata vetta della classifica, in coabitazione con il solo Sterparo, a punteggio pieno. "Non si poteva auspicare inizio migliore" – ha commentato il tecnico, Carmine Passalacqua -. "Eravamo fermi dallo scorso 25 ottobre, i ragazzi avevano voglia di ricominciare e di tornare a divertirsi”. E questa volontà si è subito vista sul campo. "Siamo partiti bene. A dire il vero domenica siamo stati un pizzico fortunati perché l’abbiamo sbloccata subito e l’incontro si è messo in discesa. Siamo stati bravi a contenere l’avversario, che è una buona squadra, e poi a colpirlo in contropiede, chiudendo la sfida". Difesa sin qui imperforabile ed attacco abile nel punire appena trova il varco, ma il punto di forza della Pro Calcio San Giorgio in queste prime settimane sembra essere un altro. "La squadra sta bene fisicamente, soprattutto se rapportata alle avversarie, che mi sono sembrate un po’ indietro nella condizione. Sarà perché hanno iniziato tardi la preparazione atletica e lo stanno pagando adesso, mentre noi siamo in campo dal 30 agosto e forse siamo un pizzico avvantaggiati per questo motivo". Compito della Pro Calcio San Giorgio sarà quello di dare continuità all’ottima partenza (come si dice, chi ben comincia è a metà dell’opera), ma Passalacqua non si sbilancia e tiene i piedi per terra. "Ogni domenica sarà sempre più difficile, perché avendo vinto le prime due partite tutti ci aspetteranno pensando di dover battere la capolista. Ma il nostro obiettivo è quello di una salvezza tranquilla e di divertirci fino alla fine. La squadra è giovane, con soli 2-3 elementi che superano i 30 anni. Ho detto ai ragazzi di raggiungere la quota per mantenere la categoria il prima possibile, poi ci prenderemo quel che verrà". E a proposito di motivazioni e voglia di rivalsa, occhio al Santopadre. "Vengono da una brutta sconfitta interna. Saranno sicuramente arrabbiati e vorranno dimostrare che è stato solo un incidente di percorso. Hanno allestito una buona squadra. In casa cercheremo, come sempre, di conquistare la vittoria, poi sarà il campo a decidere". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE