Cerca

1ª categoria

Cura, De Paolis: "Non abbiamo pressioni, l'obiettivo è far crescere i ragazzi"

Il tecnico della sorpresa del girone A di Prima Categoria fa il punto della situazione dopo le prime gare ufficiali

18 Novembre 2021

Cura

La formazione del Cura di De Angelis

Se c’è un Tarquinia che sta cercando di fare il vuoto, alle sue spalle c’è un nutrito gruppo di formazioni che lottano per provare a diventarne la più accreditata inseguitrice. Tra queste il Cura Calcio che, partito a fari spenti, si trova a -2 dal 2° posto e già con diversi scontri diretti alle spalle. E dunque con la possibilità di disputare qualche incontro più agevole che possa spingere più in alto la formazione guidata da Davide De Paolis. Un’autentica rivelazione fin qui. "Abbiamo cominciato l’annata con una squadra a costo zero, con l’obiettivo di conquistare la salvezza quanto prima possibile" – ha dichiarato il tecnico -. "Non abbiamo aspettative d’alta classifica o pressioni di alcun tipo. Il calendario non è stato particolarmente comodo, perché nelle prime 5 partite abbiamo affrontato 3 squadre che partono per vincere il campionato, come San Lorenzo, Capranica e domenica scorsa il Tarquinia, e 2 ottime formazioni come il Castel Sant’Elia ed il derby con il Vetralla. E’ andata molto bene, perché abbiamo fatto 2 vittorie, 2 pareggi e con il Tarquinia è arrivata la prima sconfitta, contro quella che al momento mi sembra la squadra più forte sia mentalmente che qualitativamente". Buone risposte sinora, ma l’imperativo è quello di digerire il 1° ko e rimettersi subito in marcia perché, come si dice, chi si ferma è perduto. "Questo è un campionato molto duro. Credo che tolto il Bagnoregio, che mi sembra molto in difficoltà, anche la Fortitudo Nepi, che è penultima, ha la capacità economica per rinforzarsi a dicembre e risalire la classifica. Siamo tutti lì: vinci una partita e sogni in grande, perdi e ti ritrovi nelle sabbie mobili della zona retrocessione. Continuiamo a lavorare settimanalmente. Siamo una squadra che se pensa oltre la sfida successiva rischia di perdere con chiunque. Dobbiamo restare concentrati ed umili, e cercheremo di vincere più partite possibile". Che campionato si aspetta De Paolis? "Sarebbe un gran successo restare attaccati alle prime 5-6, che hanno un budget importante. Il nostro obiettivo è crescere ogni giorno e far maturare i ragazzi, molti dei quali sono giovanissimi. Sono molto soddisfatto finora: dal 5 settembre ci alleniamo in 20-22 e nessuno salta una seduta. I risultati ci danno ragione. Tolte le 3 reti del Tarquinia avevamo subito solo 1 gol, è difficile segnarci. Dobbiamo continuare su questa strada". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE