Cerca

1ª categoria

Ginestra Sabina, progetto triennale. Manganaro si coccola i suoi giovani

Il tecnico racconta la nascita del nuovo corso della società che ha oltre 40 anni di storia

30 Dicembre 2021

Ginestra Sabina

Ginestra Sabina, la squadra al completo

Una sorta di anno 0 per il Ginestra Sabina. A dirigere i lavori in cantiere è il tecnico Massimiliano Manganaro, che ha sposato un progetto ambizioso e la cui finalità è quella di costruire – di comune accordo con la dirigenza – una rosa che possa affermarsi, nel tempo, come una delle più autentiche realtà del girone. Per provare, chissà, anche il salto di categoria. "Ci vorrà tempo, ma la società crede in quello che fa – ha affermato l’allenatore - non certo quest’anno: abbiamo in mente un percorso dalla durata triennale". E che passerà, dunque, per un paio di stagioni di transizione e costruzione. "Parto dall’inizio. Sono stato contattato da una società che vanta 42 anni di attività, non pochi. E’ una dirigenza molto importante e mi ha fatto piacere aver ricevuto questa chiamata. Per varie vicissitudini, ho trovato una squadra da rifondare. Della vecchia guardia erano rimasti solo 4-5 giocatori. Con il direttore generale, Tiziana Tomassetti, il presidente e lo staff abbiamo costruito un gruppo importante composto da ragazzi giovani e talentuosi. Nella rosa, però, è venuto fuori qualche elemento che non corrispondeva ai nostri parametri e non si allineava alle direttive. Pensavamo fossero importanti, invece non si sono dimostrati all’altezza e abbiamo dovuto compiere degli aggiustamenti in corso. In conseguenza di questi episodi, e di alcune sconfitte, ho visto la squadra sfiduciata, ma adesso abbiamo trovato la quadra, il gruppo è coeso e sono convinto che potremo raggiungere una salvezza tranquilla. Non sarebbe male per una rosa appena rifondata". Il primo passo di un percorso a medio-lungo termine. "L’età media del gruppo è bassa, circa 23 anni, il livello qualitativo è elevato e i ragazzi mi seguono. Il massimo che possa chiedere un allenatore. Al termine di questo processo, con i dovuti rinforzi mirati, potremo provare ad ambire ad un campionato da vertice". Manganaro chiude dando un giudizio sull’avvincente rincorsa al primato, che vede coinvolte 7 squadre racchiuse in 6 punti. "Il Colle Salario è una squadra molto attrezzata, ha l’obiettivo di vincere il campionato anche perché ha investito un budget importante. Non ho incontrato le altre big, ma mi hanno parlato bene di Palombara e Olimpus Roma. Potrei metterci anche Castrum Donadei, malgrado abbia incontrato qualche difficoltà di troppo, Poggio San Lorenzo e Valle del Peschiera. Ma le prime 3, da come navigano, sembrano le più accreditate". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE