Cerca

1ª categoria

Domenica c'è Sterparo - Torrice: Rinaldi, Carlini e una supersfida

Le due compagini si giocano il primo posto del girone I. In campo due grandi attaccanti del nostro calcio

07 Gennaio 2022

Sterparo

Sterparo, ospiterà il Torrice

Come Godzilla contro King Kong; come Batman contro Superman. Il 2022 ci regala subito lo scontro tra titani, tra le due formazioni che stanno cercando di monopolizzare la rincorsa al primato del girone I. Entrambe imbattute (2 pareggi in 10 partite per lo Sterparo, un segno X in 9 gare per il Torrice), si giocano la vetta della classifica. Sfida nella sfida quella di domenica, perché si ritrovano di fronte la miglior difesa (3 gol incassati dai locali, 1 ogni 300’) e l’attacco più prolifico (33 le marcature siglate dai biancorossi - 3,4 di media per incontro - che vantano anche la più alta differenza reti, +22 contro +20). Ma ad affrontarsi sono anche i senatori Franco Rinaldi e Alessio Carlini, per un incontro che rievoca vecchi ricordi tra 2 grandi giocatori.

Qui Sterparo, Rinaldi "Carlini è un calciatore che non ha bisogno di presentazioni, questa categoria se la mangia. Quando ho giocato contro di lui, è sempre stato il bomber del campionato. Ci stiamo preparando ad affrontare un grande attaccante, che fa parte di una squadra di livello. Ci attende una partita difficilissima. Rispetteremo l’avversario, ma non abbiamo paura. Siamo tranquilli, giocheremo a viso aperto e senza ansia di fare risultato. Scenderemo in campo con orgoglio e serenità, perché la piazza e la società non hanno grosse pretese. E’ la classica sfida senza pronostico, che puoi giocare bene per 90’, poi Alessio Carlini prende palla dai 30 metri e la mette sotto l’incrocio. Saranno 100’ in cui dobbiamo stare sempre con gli occhi aperti. Noi per vincere abbiamo bisogno di tutti i 20 elementi, mentre il Torrice si potrà affidare anche ai lampi di genio dei suoi fuoriclasse. Ma sono ottimista. Vogliamo i 3 punti, però l’importante è il rispetto per gli avversari, anche perché ci conosciamo tutti. Un risultato importante sarebbe un regalo per noi ma soprattutto per la società, il presidente Adriano Roma e le persone che gli stanno vicino, che mettono davvero passione e serietà e non ci fanno mancare nulla, dalle bottigliette d’acqua agli allenamenti alla frutta nei ritiri. Ho visto queste cose in Serie C e D; altrove è merce rara. E' gente di parola e meriterebbe di più”. Abbiamo poi scherzato con il rapporto con l’altro Rinaldi, Armando. “Grazie ai social si è fatto conoscere in Ciociaria e ai tempi del Ferentino è stato capace di farmi fare la panchina. Essendo amato dai tifosi granata, questi hanno spinto Pippnburg a far giocare lui al posto mio. Armando è una persona che servirebbe in tutte le squadre perché fa gruppo, è il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene. E’ il capitano con la c maiuscola"

Qui Torrice, Carlini: "Ho giocato contro Franco Rinaldi più di una volta, ci sono state sempre belle partite e posso dire che lui è un bel calciatore ed un bravo ragazzo che stimo. Sarà un piacere incontrarlo. Mi aspetto una partita importante, tra 2 squadre costruite per vincere il campionato e con individualità di spessore. Ci sono i presupposti per divertirsi. Sarà un incontro equilibrato e che potrà essere risolto dalla giocata di un singolo o da un calcio da fermo: è una sfida da tripla, aperta a qualsiasi risultato. Non deciderà certamente la corsa al primato, perché manca ancora tanto, ma è sicuramente una partita importante che può testare il livello nostro e quello dell’avversario. Darà conferme sul valore del Torrice e dello Sterparo, con cui presumibilmente ci andremo a giocare il campionato".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE