Cerca

1ª categoria

Il giovane Fondi ha voglia di risalire. Parisi: "La classifica è bugiarda"

I rossoblù, che scendono in campo con tanti prodotti del vivaio, ballano tra zona salvezza e prime posizioni

12 Gennaio 2022

Alessandro Parisi

Alessandro Parisi, tecnico del Fondi (Foto ©Antonio D'Ovidio)

E’ un Fondi verde. Colore non all’insegna della certificazione attualmente necessaria per scendere in campo, bensì che rispecchia l’età media della rosa traghettata da Alessandro Parisi. La società rossoblù, già fiore all’occhiello nel sud pontino a livello di settore giovanile, ha puntato sui ragazzi provenienti dal proprio vivaio anche in Prima Categoria, talvolta pagando qualcosa a livello di risultati. "Certamente la classifica non è ottimale – ha commentato il tecnico - ma la reputo bugiarda. Però, essendo tutti lì, basterebbe poco per tirarsi fuori". Il Fondi, attualmente in zona play out, è ad appena 4 punti dal quarto posto: nel girone H sono tutte racchiuse in un gruzzoletto. "Sono abbastanza soddisfatto del nostro cammino. Stiamo valorizzando i ragazzi del settore giovanile. La squadra ha sempre risposto in maniera positiva, offrendo buone prestazioni, ma è talvolta mancata in esperienza. Però il gioco non è mai venuto meno". Parisi ha visto questo filo conduttore anche nella sconfitta in rimonta sul campo della Don Bosco Gaeta: i rossoblù conducevano 0-1, uscendo sconfitti 4-3. "Ci siamo mossi bene, soprattutto nella prima mezz’ora. Potevamo essere sullo 0-3, poi abbiamo pagato un jolly da fuori area che si è infilato all’incrocio, e lì ne abbiamo risentito a livello mentale. Anche quando eravamo sotto, abbiamo sempre lottato per cercare il pareggio, senza mai arrenderci". Adesso il semaforo rosso fino al 23 gennaio, poi ripartirà la rincorsa alla salvezza. "Forse l’interruzione sarebbe dovuta arrivare prima dell’ultimo weekend. Domenica siamo stati tra i pochissimi a giocare. Penso che ci debba essere un’uniformità nelle decisioni, altrimenti il rischio è quello di falsare il campionato. Qualcuno può trarne giovamento. Chiedo ai ragazzi di continuare ad allenarsi e ad impegnarsi come stanno facendo. Non dimentichiamo l’età media della rosa: schiero 2003 e 2004 dall’inizio del campionato. Siamo un trampolino di lancio per il settore giovanile, i ragazzi non percepiscono rimborsi ma posso dire che ho la fortuna di guidare un gruppo sempre presente durante la settimana. Per me è un motivo d’orgoglio, già questa è una vittoria. Poi, vedendo la classifica e le prestazioni, in cui abbiamo quasi sempre giocato alla pari con formazioni più attrezzate, mi posso ritenere soddisfatto. Continuiamo su questa strada, avendo voglia di crescere, e sono sicuro che nel girone di ritorno potremo fare ancora di più".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni