Cerca

1ª categoria

La mina vagante Sporting Real Aurelio. Vitelli: "In trasferta giochiamo meglio"

Doppietta contro la capolista Tirreno Sansa, per una vittoria che conferma le caratteristiche del gruppo

30 Marzo 2022

Lorenzo Vitelli

Lorenzo Vitelli, doppietta al Tirreno Sansa

Lo Sporting Real Aurelio è pronto a far richiesta di giocare solo con le big del torneo, ed in trasferta. I ragazzi di Nardinocchi hanno un feeling speciale con le pretendenti al titolo, circostanze nelle quali si trasformano. Stessa cosa si potrebbe dire per la differenza di rendimento tra le partite casalinghe e quelle esterne: il raffronto parla di 10 punti allo Sbardella e 18 fuori. Solo le due battistrada hanno fatto meglio in questa speciale classifica, e non di molto. L’ultima vittoria non ha fatto altro che mettere in risalto le peculiarità dello Sporting Real Aurelio, capace di rifilare una manita a domicilio alla capolista Tirreno Sansa. Tra i protagonisti l’attaccante biancorosso Lorenzo Vitelli, autore di una doppietta. "E’ una bella soddisfazione – ha affermato -. Sono tornato a giocare dopo un paio di stagioni. Non avevo più stimoli, ma l’assenza dal campo si è fatta sentire e mi sono ributtato nella mischia. Dedico le reti a me stesso, per il lavoro che sto facendo. Abbiamo preparato la partita al massimo delle nostre potenzialità. Volevamo vendicare il 3-0 dell’andata. In quell’occasione non c’è stata storia. Mentre al ritorno… Devo dire che abbiamo un feeling speciale con le prime della classe, come già accaduto con il Real Testaccio. Anche se il Tirreno non è proprio nel suo miglior momento del campionato. Abbiamo disputato una grande prestazione sotto tutti i punti di vista”. Dopo aver pareggiato con Giovanni Castello, Polisportiva Ostiense, Saxa Flaminia Labaro e aver vinto sul campo della seconda forza del torneo, lo Sporting Real Aurelio ha mietuto un’altra vittima illustre. La squadra di Nardinocchi si esalta con le big, e diventa una mina vagante quando gioca in trasferta. "Ne parlavamo dopo la partita. Abbiamo provato a capire quale fosse il motivo. Forse perché il nostro terreno di gioco è ampio. Ospitando squadre più dotate tecnicamente soffriamo, mentre in trasferta, su campi più piccoli, riusciamo ad essere compatti. E siamo in grado di resistere e ripartire. Mentre allo Sbardella andiamo spesso in difficoltà, perché ci riescono ad imbucare"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni