Cerca

1ª categoria

Girone B: Palombara - Fiamignano, il campionato si chiude o resta aperto?

La formazione di Di Pietro proverà a sfruttare il fattore campo per battere la compagine di Senneca che, invece, cercherà di confermarsi

09 Aprile 2022

Pino Di Pietro

Pino Di Pietro, tecnico del Palombara

Il Palombara ha le chiavi in mano per riaprire il campionato. Il Fiamignano Equicola, dall’altra parte della serratura, ha l’opportunità per metterci una prima, parziale, ipoteca. Si prospetta una domenica di fuoco al Giovanni Torlonia. La terza in classifica ospita la capolista. Entrambe reduci da un ko. I ragazzi di Di Pietro hanno perso in rimonta con il Castrum Donadei (6-1). Quelli di Senneca hanno mancato l’occasione per prendere il largo, venendo stoppati in casa dal Colle Salario (1-3). A sette giornate dal termine, ogni errore può costare caro. E le due formazioni non vogliono certo esaurire i bonus prima del traguardo. Piccola curiosità: il Palombara è l’unica formazione imbattuta in casa insieme al Monterondo. Mentre il Fiamignano ha il miglior rendimento esterno del campionato, e lontano dal Brusciano ha vinto le ultime 4 partite.

Pino Di Pietro – Allenatore Palombara: “E’ una sfida importantissima. Tutti consideravano il girone B fiacco. Non so se è arrivato qualche sceicco, ma sta di fatto che questo è un campionato molto difficile. Sarà tutto in ballo fino alla fine. Castrum? Vincevamo 1-0. Ci siamo fatti tre gol da soli. Ad un certo punto, visto l’ambiente e l’incultura dello sport che abbiamo trovato, ho preferito togliere i giocatori ammoniti per preservarli in vista di domenica. Non mi è interessato di come finisse quella partita, perché considerando i tanti infortuni non volevo perdere altri giocatori in vista della sfida con la capolista. A 72 anni non potevo fare di più. Per fortuna anche il Fiamignano ha perso domenica ed è rimasto a contatto. Noi ci proveremo fino all’ultimo. Adesso dovremo provare a dare un segnale con i primi della classe. Ma non devo capirlo io, bensì i ragazzi. Perché non sono un sergente di ferro con la squadra di burro. Sono i giocatori che devono sapere quanto sono preziosi quando si impegnano”.

Gian Carlo Senneca – Allenatore Fiamignano: “Siamo consapevoli dell’importanza del prossimo incontro. Ci siamo preparati bene e affronteremo con il giusto spirito una delle sette partite determinanti che rimangono. E’ uno scontro diretto, il Palombara è un’ottima squadra. Il nostro slancio in classifica è dovuto alle vittorie in trasferta. Sappiamo bene quanto conti fare punti fuori. Ed è quello che proveremo a fare anche domenica. Siamo abituati al sacrificio. Giocheremo la nostra partita, con rispetto ma senza timore. Colle Salario? La dea bendata non ci ha aiutato. Ma questi incontri fanno parte del calcio. Occasione persa? Se lo negassi direi una bugia. Perché partiamo sempre per fare risultato, sapendo anche che le altre domenica mattina non ci erano riuscite. I ragazzi stanno dando il massimo. Ogni partita ha una storia a sé, come si è visto anche nell’ultima domenica. Le insidie sono sempre dietro l’angolo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE