Cerca

1ª categoria

Girone F: Sporting - Atletico Lariano: una partita che vale (quasi) una stagione

Lunardini e Cavola a confronto prima dello scontro diretto di domenica

09 Aprile 2022

Cavola e Lunardini

Cavola, a sinistra, e Lunardini

Terzo e ultimo round tra due delle principali protagoniste del girone F. Le potremmo definire gemelli diversi, oppure gli estremi opposti che si attraggono (tant’è che la sorte le ha volute contro anche in Coppa Lazio). Lo Sporting San Cesareo eccelle negli scontri diretti. L’Atletico Lariano è campione di costanza. La formazione di Lunardini è una macchina da gol, con la bellezza di 52 reti messe a segno in 19 partite. Quella di Cavola è una fortezza, con appena 10 centri concessi. Domenica si ritrovano di fronte per provare, da un lato, a riaprire il campionato. Dall’altro, per cercare di siglare l’allungo decisivo. Lo Sporting insegue la scossa dopo due ko nelle ultime tre partite. Tenterà di affidarsi ai precedenti, che in questo campionato recitano due vittorie a zero per la truppa di Lunardini. Dalla sfida d’andata, l’Atletico ha saputo compensare nelle giornate transitorie, ottenendo 31 punti sui 36 disponibili. E arrivando a questo confronto con la possibilità di giocarsi il match ball.

Paolo Lunardini – Allenatore Sporting San Cesareo: “Incontriamo il Lariano. Lo abbiamo battuto due volte, è vero. Ma sappiamo anche che ha un ritmo impressionante. Se loro vincono sempre e noi ogni tanto zoppichiamo, è giusto che arrivino primi. Veniamo da qualche passo falso. Negli ultimi tempi ci sta capitando di tutto. Agli infortuni si aggiunge la seconda autorete nelle ultime tre partite. Non voglio accusare la squadra. Anzi, ho ricordato al gruppo che i problemi della vita sono altri. Non certo questi. Gli episodi fanno la differenza, e a noi non stanno aiutando. Siamo usciti dalla Coppa per un rigore. A Valle Martella ci siamo fatti gol da soli e abbiamo preso due pali. Domenica abbiamo creato tanto e poi abbiamo fatto un’altra autorete. Ma tanto di cappello al Semprevisa, che ha un allenatore vero e un portiere importante. Quando ho vinto il campionato a Rocca Priora dicevo che era l’anno nostro. Perché qualsiasi cosa succedeva, ci andava bene. In questa stagione non sta girando così. E questo sarebbe il momento cruciale in cui gli episodi sono decisivi. Forse, sulla carta, siamo superiori al Lariano. Ma quando vengono a mancare alcuni elementi, la differenza svanisce. Ho lavorato in settimana soprattutto sulla testa dei ragazzi, perché con le gambe ci siamo fino alla fine. Subito dopo di loro avremo il Colonna, che è dietro di un punto. Domenica sono andato a vederlo e mi ha impressionato. Questi due scontri diretti diranno chi potrà vincere il campionato”.

Damiano Cavola – Atletico Lariano: “Le sconfitte con lo Sporting? Le cose non accadono per caso. Facciamo delle belle partite contro di loro. Sono bravi, è una squadra esperta, tecnicamente forte e allenata bene. E’ un incrocio importante, ma non penso decisivo. Accontentarsi del pareggio? Mi reputo una persona che vuole sempre il massimo. Ammetto di essere a volte pesante, i ragazzi mi seguono e mi reggono. Quello che viene ci prenderemo. Siamo partiti non per vincere il campionato, ma per fare bene. Tireremo le somme alla fine, chi vorrà arrivare primo dovrà fare i conti con noi. Il girone è tosto, si può perdere con chiunque. Ci stiamo togliendo soddisfazioni. Da dicembre 2019 che sono subentrato abbiamo creato i presupposti per crescere, facendo numeri importanti e arrivando a giocarci il campionato”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE