Cerca

1ª Categoria

Valle del Peschiera, Pezzotti: "Proveremo a giocarcela fino alla fine"

Il tecnico biancazzurro parla dell'entusiasmante corsa per la vittoria del girone, con i suoi al momento secondi a -2 dalla vetta

05 Maggio 2022

Antonio Pezzotti, tecnico del Valle del Peschiera (Foto ©Beatrice Carlone)

Antonio Pezzotti, tecnico del Valle del Peschiera (Foto ©Beatrice Carlone)

I giochi nel Girone B non sono ancora chiusi. Il Valle del Peschiera vince di misura lo scontro diretto con il Monterotondo – scavalcandolo in classifica -, inanella la terza vittoria consecutiva e ricuce a -2 dal Fiamignano, sconfitto in quel di Poggio Nativo dal Castrum Donadei. Sei squadre in sette punti per giocarsi i tre gradini del podio. Tra queste, l’undici di Antonio Pezzotti. Che, dopo un trittico dal quale ne è fuoriuscito un solo punto, è tornato in corsa per la Promozione. "E’ un campionato molto equilibrato, aperto ancora a molte possibilità – ha dichiarato -. Per la vittoria del campionato e la retrocessione, non si è deciso nulla finora. Oltre al Fiamignano e a noi ci sono altre quattro squadre: Palombara, Monterotondo e Spes sono ottime formazioni. Volendo, potrebbe rientrare anche il Castrum Donadei, che è in un momento di fiducia. Con quattro partite da giocare è tutto ancora incerto". Il Valle del Peschiera è stato una delle rivelazioni del torneo. "Noi abbiamo una squadra giovane, a volte può succedere qualche passo falso. Ma negli scontri diretti abbiamo sempre fatto il nostro: l’unica formazione con la quale paghiamo dazio è la Spes Poggio Fidoni. Che con due tiri ci ha battuti all’andata, gran punizione di Proni, e al ritorno, con Guadagno, molto bravo, che ha punito la difesa all’unica disattenzione. Sono contento del percorso dei miei ragazzi. Al di là di come andrà a finire. E’ una squadra che tutti riconoscono che gioca a calcio, che non butta via il pallone. E’ una delle più giovani del girone. Dunque non posso che fare i complimenti a loro e alla società. Anche se mi piace partecipare per vincere. Quindi proveremo a giocarcela fino alla fine". La volata finale è aperta a qualsiasi scenario. "Ci servirebbero 12 punti. Il Fiamignano ha una sola partita difficile, anche se nel girone non c’è nulla di scontato. Noi non siamo primi in classifica a causa di un pareggio con l’ultima. In questo momento è ancora più complicato giocare con chi si deve salvare. Penso sia ancora tutto indeciso. Cerchiamo di giocarcela ogni domenica. Ma dovremo vincerle tutte per poter sperare. C’è il Palombara, che ha i nostri stessi punti. Il Monterotondo. La Spes e il Castrum potrebbero fare la sorpresa. Fabiani è un buon allenatore. Ci ha messo un po’ per ambientarsi, ma è uno abituato a vincere. Una volta conosciuti i ragazzi avrà trovato il bandolo della matassa. Noi avremo due partite difficili: andremo sul campo del Poggio San Lorenzo, un’ottima squadra, e poi dell’Accademiacalcio Sabina. Incontri non semplici, ma non lo saranno nemmeno per le altre. Favorita? Il Fiamignano. Ha due punti in più. Mentre per il calendario e per come si sta muovendo, direi il Palombara".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE