Cerca

1ª categoria

Fortitudo Nepi, non è ancora finita. Danieli: "Vogliamo arrivare sul podio"

Il tecnico dei biancoverdi ha vissuto con i suoi una stagione in rimonta ed ora vuole chiudere al meglio

11 Maggio 2022

Claudio Danieli

Fortitudo Nepi, il tecnico Danieli

Un girone di ritorno in assetto 'rimonta' per la Fortitudo Nepi. Che ha cambiato allenatore. Ha cambiato mentalità. E soprattutto ha cambiato marcia. Due soli gli stop nel girone di ritorno. Ed entrambi giustificabili: pareggio sul campo del Tarquinia e ko su quello del Valentano. Per il resto, tutte vittorie che hanno proiettato i biancoverdi di Claudio Danieli a -3 da un insperato secondo posto. "L’obiettivo che ci eravamo prefissati al mio arrivo era di pensare in grande - ha esordito il tecnico -. Un cambio di indirizzo. Sono arrivati giocatori importanti, che hanno integrato una rosa un po’ povera a livello numerico. Con il passare del tempo, quello che sembrava un sogno sta diventando realtà. Con l’impegno e il lavoro ci siamo creati la possibilità di puntare al secondo posto. Al quale crediamo fermamente. Siamo lì. Ci sono altre squadre, ma nel girone di ritorno con otto vittorie, un pareggio e una sconfitta, siamo rientrati in corsa. Più di così non si poteva fare. Adesso siamo in ballo e proviamo a puntare il podio. Non facile, c'è da dire. La società lo aveva messo come un obiettivo. Ma non un obbligo. Ed invece è stata la nostra stella polare, che ci ha fatti compattare e ci ha dato motivazioni. Il gruppo ci crede e speriamo di fare bene in queste ultime tre partite". Incontri sulla carta non proibitivi, considerato anche il momento di fiducia della Fortitudo Nepi. Che ha vinto le ultime quattro sfide. "Dobbiamo vivere una giornata alla volta. Dovendo recuperare tre punti, ogni partita è una finale. Il primo pensiero è la Vicus Ronciglione. Squadra che ha dei valori ed è impegnata nella lotta per non retrocedere. Incontro difficile. È un derby, e loro hanno un obiettivo. A differenza del Cimina. Che pur cambiando allenatore, nella fase finale potrebbe essere più rilassato. L’ultima, con il Castel Sant'Elia, è un derby. Molto sentito. E quindi non potrà mai essere una partita scontata. Hanno difficoltà diverse questi tre incontri, ma ognuno di questi sarà da prendere con le molle. Cominciamo a pensare al Ronciglione, poi guarderemo alle altre". Resta, però, negli occhi degli addetti ai lavori l'impressionante ruolino di marcia a partire dal ko con il Castel Sant'Elia, nell'ultima giornata del girone d'andata. Tanti risultati utili, tra cui quello sul campo della capolista che ha dato ai biancoverdi la convinzione nei propri mezzi. “Credo che la partita di Tarquinia sia la migliore che abbiamo giocato. Al cospetto di una squadra superiore rispetto alle altre, quel pareggio ci ha dato una spinta in più a crederci. Ci ha fatto capire che avevamo sistemato la squadra. Ovviamente le difficoltà ci sono. Abbiamo avuto qualche defezione, ma speriamo di ricompattarci per domenica, di essere tutti. Siamo fiduciosi, perché il lavoro paga sempre. Ci crediamo. Stiamo provando a regalarci il sogno di arrivare secondi, dopo essere partiti dal terzultimo posto. I ragazzi stanno creando tutti i presupposti. C’è ottimismo nell’ambiente. Ovviamente se non ci riuscissimo non dovremo fare drammi, però voglio dire che questo è un obiettivo a cui crediamo. E ci stiamo preparando per questo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE