Cerca

1ª categoria

Giancarlo Carloni nella storia del calcio: 1000 panchine per il tecnico viterbese

Domenica alla guida del Castel Sant'Elia contro la Maremmana ha raggiunto il prestigioso traguardo

17 Maggio 2022

Giancarlo Carloni

Giancarlo Carloni, domenica ha tagliato il traguardo delle 1000 panchine

Mille panchine in carriera per Giancarlo Carloni. Un numero impressionante. Difficile solo da pensare. Un percorso infinito, cominciato nel 1980. E che ha raggiunto la pietra miliare nella data – ormai storica – del 15 maggio 2022. 42 anni da allenatore. Indelebili, trascorsi su alcune delle panchine più prestigiose del panorama calcistico laziale (e non solo) degli ultimi decenni. Perché Giancarlo Carloni è la storia vivente del calcio regionale e interregionale. Citiamo Campobasso (dall’81 all’84), Ercolano (dall’84 all’88), Civitavecchia, di nuovo Campobasso, Acilia, Formia, Frosinone, Sorianese (dal ’96 al 2002). Il suo curriculum non finisce mai. Una miriade di esperienze tra Serie C, D ed Eccellenza. Poi quasi un decennio in Promozione, a seguire il Civita Castellana in Seconda Categoria e l’approdo al Castel Sant’Elia, nel 2015. Proprio qui ha spento le candeline nell’ultimo weekend. “E’ stata una bella giornata, emozionante – ha commentato Carloni -. La società ha organizzato una festa per celebrare il raggiungimento del traguardo. Sono entrato in un’età importante, ho 74 anni. Dal 1980 sono sui campi. Mille panchine sono tante. Le avrei raggiunte anche prima, ma il Covid lo ha rimandato. Ringraziando il Signore, fisicamente sto abbastanza bene. Mi alleno tutti i giorni, cammino molto. Quando vado al campo, non è che ci arrivi con il bastone. Se sentissi l’età, senza avere uno stimolo, mi ritirerei. E’ inutile fare figuracce, con i nuovi emergenti che si stanno affermando”. Invece, “mister mille panchine” è ancora lì, sui campi. Un papà, un nonno a disposizione dei giocatori del Castel Sant’Elia. Che lo hanno ricambiato in maniera doverosa nella partita contro la Maremmana. Prima, durante e dopo. Non sono mancati, infatti, i festeggiamenti. A mettere la ciliegina sulla torta il 3-0 finale che spinge i gialloblù al quarto posto. “E’ stata una bella partita. I ragazzi si sono impegnati, mi hanno festeggiato e ringraziato. Io ho espresso loro gratitudine per l’impegno e la qualità che hanno messo in campo. Ma c’è da dire che la Maremmana ha avuto problemi a livello di indisponibili”. Tra le mille panchine, le ultimissime non sono state le più semplici. L’emergenza sanitaria ha complicato tutto, come ha confermato il mister. Ma la sua passione per questo sport va al di là di tutto. “Il Covid ci ha rovinato. Tra infortuni e assenze, siamo andati a giocare in dodici. Come a Tarquinia e a Canepina, e in altre in cui avremmo potuto conquistare il secondo posto. Adesso è più difficile. C’è stato quel momento in cui abbiamo preso un punto in tre partite, e altre squadre ci hanno superato. A questo punto, dovremmo vincere noi e dovrebbero perdere le altre. Tutte le squadre dilettantistiche sono state penalizzate in queste ultime stagioni. Bene o male, i professionisti hanno proseguito. A questi livelli, la sospensione ha portato difficoltà anche economiche. Gli sponsor non potevano più permettersi certi investimenti, il calcio ne ha risentito. Molte squadre, quasi tutte, sono state in difficoltà. Perché siamo stati fermi per un anno e mezzo. In questa stagione siamo ripartiti e abbiamo terminato il campionato. Ma c’è stato il problema dei positivi, dei ragazzi che non si potevano allenare perché avevano avuto dei contatti. C’è stato un parapiglia che ha disturbato il campionato”. Un campionato, però, che ha avuto un altro motivo per essere ricordato. Essendo stato quello in cui un’emblematica figura come quella di Giancarlo Carloni ha avuto l’onore di realizzare il sogno di qualsiasi allenatore: festeggiare le mille panchine. A lui vanno i nostri complimenti, e l’augurio che ce ne siano altre mille.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE