Cerca

1ª categoria

Atletico Lariano, è Promozione! Cavola: "Vinto con la tenacia e un grande popolo"

La società gialloverde torna nel torneo cadetto dopo tre anni: a guidare il trionfo il tecnico che vinse nel 2013 la Coppa Lazio di Seconda Categoria

23 Maggio 2022

Atletico Lariano, è Promozione! Cavola: "Vinto con la tenacia e un grande popolo"

L’Atletico Lariano ha appena smaltito – forse – la sbornia Promozione. La festa gialloverde si è abbattuta sul Roberto Abbafati, in una folle domenica con la vittoria sul Valle Martella per 3-2. "Il nostro percorso somiglia a quello del Milan – ha commentato l’allenatore, Damiano Cavola - con tanti giovani, si è visto il lavoro del mister e della società. C’è stato qualche punto in comune con i rossoneri". In effetti, l’Atletico Lariano ha saputo sbaragliare la concorrenza di formazioni che forse, a bocce ferme, avevano qualcosina in più dal punto di vista tecnico, tattico e dell’esperienza. "Dall’inizio della stagione, allenamento dopo allenamento, amichevole dopo amichevole, ho cominciato a capire che avremmo potuto fare un grande campionato. Non vincerlo, era difficile viste le avversarie, ma mi ero fissato l’obiettivo di spingerli al limite. Anche se siamo arrivati primi, ho sempre visto Colonna e Sporting San Cesareo sopra il livello medio. Vedevo favorita la squadra di Lunardini, per la sua grande esperienza tra giocatori e mister, e il livello della società e della piazza. Poi c’erano altre 3-4 squadre: noi, Semprevisa, Mundial e Valle Martella. Quest’ultima si è comportata molto bene anche ieri e ho fatto i complimenti all’intera società, che mi ha fatto una bella impressione sia all’andata che al ritorno. Somiglia molto alla nostra realtà qui a Lariano. Le ho augurato che siano i prossimi a salire in Promozione". La tenacia degli uomini di Cavola ha fatto la differenza, anche nell’ultima partita, in cui ha saputo rimontare nei minuti finali. "C’è stato un bellissimo ambiente all’Abbafati. Con i bambini della scuola calcio, gli abitanti di Lariano. E’ stato tutto stupendo. Devo un ringraziamento al popolo, perché quando succede qualcosa risponde sempre presente. Ancora mi emoziono al pensiero. La mia paura è sempre stata quella che avremmo sentito la pressione. L’abbiamo gestita bene, domenica è stato più difficile perché loro, buona squadra, avevano la mente libera e ci hanno messo in difficoltà. Hanno segnato due grandi gol, a quel punto abbiamo abbassato la testa, non esistevano ruoli e logiche, e abbiamo rimontato". Ora il grande ritorno in Promozione. "Ci godiamo il momento. E’ stato un anno tosto, c’è stata di mezzo anche la pandemia. Abbiamo lavorato tanto, ho fatto i complimenti ai ragazzi per la loro capacità di venirmi dietro e dare il massimo in ogni partita, in ogni seduta di allenamento, malgrado i problemi personali. Siamo andati oltre il limite, hanno capito come farlo. Credo che la nostra voglia abbia fatto la differenza. Faccio un sincero elogio ai presidenti Riccardo Palmieri e Loris Di Giacomantonio, che non ci hanno fatto mancare niente, alla società, lo staff e l’intera famiglia Lariano. Un grande applauso ai ragazzi, che mi sono stati dietro. La più grande vittoria è stata quella di vederli esultare e divertirsi per questi colori. Sono stati tutti costanti ed encomiabili. Al di là della conquista del campionato, vedere l’ambiente, il paese che si stringe attorno alla squadra, mi ha riempito d’orgoglio".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE