Cerca

1ª categoria

Pro Cori, la gioia di Lombardi: "Un'emozione fortissima"

Le parole del tecnico giallorosso dopo la vittoria del campionato arrivata nell'ultima giornata

03 Giugno 2022

Pro Cori, la festa dopo la vittoria decisiva

Pro Cori, la festa dopo la vittoria decisiva

Il Lanuvio Campoleone toglie, il Lanuvio Campoleone dà. Due sliding-doors del cammino del Pro Cori. Che nella partita d’andata aveva fallito il match-ball; in quella di ritorno ha messo le mani sul titolo. Sbancato l’Egilberto Martufi con un tris a domicilio, i giallorossi di Lombardi sorpassano all’ultima giornata la Pro Calcio Cecchina (che ha dovuto osservare il turno di riposo) e rispediscono al mittente l’attacco del Football Club Frascati, in forte rimonta. Gioia grande, per una squadra che sembrava essersi smarrita – proprio a partire dal ko nella gara d’andata – polverizzando un vantaggio importante in classifica. Ma ritrovandosi sul più bello, tagliando un traguardo storico. “Provo un’emozione forte – ha commentato il tecnico, Luigi Lombardi -. Che racchiude gli sforzi e l’impegno durante l’intero arco della stagione, da parte mia e di tutto lo staff. Cito Giacomo Del Vecchio, Gianni Balzarani, Roberto Passaretta e Marco Arciulo. Ed in più ringrazio la società, il direttore Amerigo Magliozzi e il vice-presidente Jessica Chizzoni. E’ stato un percorso lungo, partito ad aprile dell’anno scorso, quando abbiamo cominciato a sentirci e a programmare. In quello che provo, sono coinvolte tutte queste variabili. Vincere così, all’ultima giornata, in un campionato altamente equilibrato. Dove ci sono squadre che hanno espresso un buon calcio: dal Lanuvio al Frascati, al Cecchina, al Rocca di Papa, ma anche il Tor de’ Cenci. Questa è una bella cosa”. Nell’ultima giornata, malgrado l’elevato coefficiente di difficoltà sul campo di una squadra che è stata una delle principali contendenti al titolo fino a pochi giorni prima, sono arrivati i tre punti e il primato. “Le motivazioni hanno fatto la differenza. Con la sconfitta di domenica scorsa, non erano più in corsa per il campionato. Noi siamo arrivati determinati e concentrati, e abbiamo fatto nostro il risultato”. Proprio la formazione del duo Ciasca-Tempesta, all’andata, vincendo in casa del Cori, aveva riaperto il campionato. “E’ stata una sconfitta totale. Bisogna riconoscere i meriti all’avversario. Sono arrivati con le giuste motivazioni, consapevoli che quella fosse l’ultima spiaggia per rientrare in corsa. Hanno giocato per vincere, e ci sono riusciti. A parziale attenuante, posso dire che a dicembre abbiamo perso dei giocatori importanti. Che nel tempo abbiamo dovuto sostituire chiedendo dei sacrifici ai ragazzi rimasti, modificando l’assetto della squadra. In questo, siamo stati bravi tutti noi dello staff. E’ stato un lavoro meticoloso, nulla è arrivato per caso. Abbiamo dovuto fare di necessità virtù, e questa vittoria ce la teniamo stretta, perché è del gruppo. Lo testimonia il fatto che abbiamo il capocannoniere, ed inoltre abbiamo portato a segno 18 giocatori diversi. Ma un altro motivo di orgoglio è esser riusciti a vincere malgrado l'aver vissuto una stagione lontana dal tifo giallorosso. Speriamo di tornare presto al nostro stadio di Cori. Atmosfera che abbiamo respirato con il Lanuvio, è stato stupendo vedere un centinaio di persone seguirci per condividere con noi il momento”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE