Cerca

1ª categoria

San Giovanni Incarico, Graciliani: "Adesso ci godiamo il momento"

Il direttore sportivo ciociaro ripercorre la grande stagione culminata con il salto in Promozione

03 Giugno 2022

San Giovanni Incarico

L'esultanza del San Giovanni Incarico per la vittoria del campionato

Lo 0-0 dell’andata garantiva il titolo di campione d’inverno, il punteggio ad occhiale nell’ultima giornata di campionato ha regalato, invece, l’accesso in Promozione. Quello tra San Giovanni Incarico e Grunuovo è stato un bellissimo dualismo. Dal primo, all’ultimo minuto del torneo. Con l’Aurora Vodice Sabaudia che si era intromesso, ma perdendo quota nel mese di maggio. Le formazioni di De Maria e Pernice, invece, ci sono sempre state. E si sono ritrovate di fronte per una sorta di spareggio: chi vince alza la coppa, chi perde si può consolare con un glorioso secondo posto. Epilogo più intenso ed emozionante di questo, era difficile immaginarlo. Al San Giovanni Incarico, che aveva un punto di vantaggio, basta il pareggio per festeggiare, e salire per la prima volta in Promozione. “La soddisfazione è stata tanta – ha commentato il direttore sportivo, Marco Graciliani -. La partita, come previsto, si è dimostrata difficilissima, al cospetto di una grande squadra. Il campionato ha emesso il giusto verdetto: le due formazioni migliori si sono affrontate all’ultima partita. Con merito, abbiamo avuto la meglio noi”. E’ stato un cammino a fari spenti quello del San Giovanni Incarico, che ogni domenica si scopriva sempre più forte. Cominciando a prenderci l’appetito. “Questa squadra non era stata costruita per vincere il campionato. Inoltre siamo stati inseriti nel girone pontino, che non conoscevamo. All’inizio era tutto un punto interrogativo. Ci siamo messi a lavorare, con costanza e serietà, facendo un grande gruppo, fondamentale per raggiungere dei traguardi. Pian piano, abbiamo visto che si poteva fare. Dopo le prime tre partite eravamo a punteggio pieno, e abbiamo iniziato ad acquisire la consapevolezza di potercela giocare. Più andavamo avanti, più il gruppo si univa e i riscontri erano positivi. Siamo stati campioni d’inverno, e a quel punto ci siamo accorti che qualcosa di grande si poteva fare. Abbiamo fatto due/tre innesti nel mercato di dicembre, eravamo certi di essere super competitivi. Ci siamo uniti per raggiungere un unico obiettivo. La sosta per Covid ci ha tagliato le gambe. Quando siamo rientrati, abbiamo perso dei punti. Ricordo che siamo andati a Fondi. Se avessimo perso saremmo andati al quarto posto; i sogni di gloria sarebbero finiti. Quella partita, quel 2-0, ci ha rimesso in carreggiata e ci ha portati al trionfo. E’ stata una vittoria fondamentale. Abbiamo raggiunto un traguardo glorioso, storico, per la realtà di San Giovanni Incarico, mai stato in Promozione. Siamo contenti di aver dato questa soddisfazione ai tifosi. Ringrazio la società, il presidente Macone e il vice Rinaldo Bonora, che mi hanno scelto e dato la possibilità di lavorare e raggiungere questo grande traguardo. Menziono il mister De Maria, una persona che non ha bisogno dei miei elogi perché ha già dimostrato quanto vale. E’ molto preparato sotto il punto di vista tecnico, e sul lato umano posso dire che abbiamo stretto una grande amicizia. Ringrazio lui, lo staff e i ragazzi, perché se siamo qui a festeggiare il merito è il loro per avercela messa tutta. Adesso ci godiamo il momento, poi ricaricheremo le pile per programmare una bellissima stagione in Promozione”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE