Cerca

1ª categoria

Marino, la salvezza per poter ripartire. De Nicola "Divertiamoci, poi si vedrà"

Il presidente commenta il risultato raggiunto in stagione e si proietta verso il futuro

10 Giugno 2022

La gioia del Marino

La gioia del Marino dopo la salvezza ottenuto al play out

Un blitz che ha permette la salvezza. Il Marino sbanca l’Agapito Sbardella con il punteggio di 0-1 e vince il play out. Biancazzurri in Paradiso, Pibe de Oro all’Inferno. Epilogo che corona i tanti sacrifici della formazione capitanata dal Presidente Massimo De Nicola. La quale, alla diciottesima giornata, ha interrotto il rapporto con il proprio allenatore, decidendo – per scelta societaria – di proseguire con una sorta di autogestione, che ha portato alle vittorie in trasferta con Borghesiana e Scalambra Serrone (due scontri diretti). Questi successi, abbinati ai pareggi con Vjs Velletri e Atletico Monteporzio, hanno garantito la disputa del playout. Lontano dalle mura amiche, anche se proprio questa è stata la forza del Marino nel girone di ritorno. Della serie “Veni, Vidi, Vici”, portando a casa una salvezza che odora di impresa. A fine gara abbiamo raccolto le dichiarazioni del presidente De Nicola. “La partita è stata tranquilla – ha esordito -. I ragazzi hanno creato diverse occasioni, segnando nei minuti finali. La squadra è stata molto bene in campo, malgrado il caldo fosse tremendo. Essendo una gara secca, la tensione ha fatto la differenza. Ma il gruppo si è espresso nel modo giusto, ed il risultato ci ha premiati. Dopo due anni di fermo, i giocatori di tutte le squadre hanno avuto delle difficoltà a ricominciare. Credo non si siano visti grandi spettacoli o un gioco eccellente. Da parte di tutti. Ma alla fine c’è sempre chi arriva primo e chi ultimo. E noi, per fortuna, ci siamo salvati con questo play out. Comunque, non mi è sembrato un campionato d’alto livello”. Non lo è stato nemmeno per il Marino, che ha vissuto una stagione d’alti e bassi. Ma è stata sufficiente per mantenere la categoria. “Ai miei ragazzi do un 5. Sono stati bravi nello spareggio, anche se nel corso della stagione, per una serie di motivazioni, hanno zoppicato. C’è da dire che applichiamo la logica del dilettantismo puro. E so che non è facile essere coinvolti costantemente negli allenamenti e in tutti gli impegni settimanali. Devono migliorare. Hanno fatto un’ultima parte molto bella. Ma la precedente, al di là delle giustificazioni, è stata all’insegna delle difficoltà”. Adesso un attimo di riposo, poi si ripartirà con la progettazione della prossima stagione. Da vivere ancora in Prima Categoria. “Siamo proiettati a svolgere un’attività all’insegna del dilettantismo puro, come dicevo. Se la circostanza ci consentisse di formare una squadra competitiva, ne saremmo fieri. Ma il nostro obiettivo è stare insieme, divertirci e fare un buon campionato. Poi si vedrà”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE