Cerca

1ª categoria

Atletico Monti Tiburtini, Savo rilancia. "Da neopromossi una grande stagione"

Il vicepresidente e tecnico del club gialloblu ripercorre la stagione e annuncia importanti novità

20 Giugno 2022

Daniele Savo, Maurizio Savo e Massimo De Santis

Daniele Savo, Maurizio Savo e Massimo De Santis

E’ stata la stagione dell’orgoglio per l’Atletico Monti Tiburtini. La formazione del Barrio si è resa protagonista di un campionato in crescendo, che ha spinto la compagine allenata da Marco Giliberti e Daniele Savo a chiudere con un glorioso quinto posto da esordienti nella Prima Categoria. Positivo, soprattutto, il girone di ritorno, in cui si è registrata la maturazione del gruppo – che si è rinforzato, ambientato e ritrovato dopo aver svuotato l’infermeria – e una serie impressionante di risultati utili inanellata tra le mura amiche del Nicolino Usai, dove sono arrivate sei vittorie di fila e poi il pareggio con la capolista Arcadia, che era reduce da quindici successi. Al termine della stagione, il vice-presidente Daniele Savo ha voluto ringraziare i protagonisti dell’annata, tirare un bilancio del campionato e fare una previsione sul prossimo. “L’inizio è stato difficile a causa della pandemia – ha esordito -. Non si sapeva nemmeno se si sarebbe partiti o meno, e quando. Avevamo tanti infortunati e abbiamo giocato i primi incontri decimati. Di conseguenza, nel girone d’andata abbiamo raccolto pochi punti. Ma, come primo anno, posso dire che sia andata benissimo. Siamo gli unici a non aver perso con la prima, l’Arcadia, pareggiandoci sia all’andata che al ritorno. A parte le prime tre in classifica, abbiamo vinto con tutte le squadre del girone. Venendo da una Seconda Categoria è un orgoglio; dalla salvezza che dovevamo ottenere ci siamo ritrovati al quinto posto finale. Siamo contenti per aver lottato con squadre maggiormente strutturate rispetto alla nostra. Se ci siamo riusciti, è merito di chi ci è stato vicino. Ringrazio Massimo Rocchetti, che ci ha dato una grossa mano. E’ un uomo di calcio, ce ne sono pochi come lui, ci ha aiutati ed è diventato un tifoso del Monti Tiburtini. Insieme a Marco Gilberti abbiamo fatto un grande lavoro, malgrado ci fossimo ritrovati decimati. Non è un attenuante, ma anzi un orgoglio. Ringrazio anche il dirigente Massimo De Santis, che con alcuni innesti ha rinforzato la squadra, altrimenti sarebbe stata dura. E faccio i complimenti a Di Pascale, che a trentotto anni è stato un leader e un esempio. Ha dimostrato che il calcio non ha età”. La progettualità del Monti Tiburtini è già focalizzata sulla prossima stagione, nella quale ci sarà un’importante novità. “Facciamo tutto con orgoglio e passione. Puntiamo a crescere. Nel calcio ci si diverte, ma è difficile farlo se non si vince. Vogliamo migliorare il quinto posto. Oltre la Prima Categoria, mi sono unito con Mirco Guidi e Alessandro Fedeli, ed abbiamo dato vita ad una squadra di calciotto, con l’obiettivo anche di far tornare a giocare tante persone che con il Coronavirus hanno preso altre scelte di vita. Parteciperemo al campionato di Serie A2 e proveremo a vincerlo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE