Cerca

Scherma

Scherma, Fabio Bianchi vince la prova di qualificazione nella sciabola maschile

Lo schermidore ariccino si impone nella due giorni di grande scherma al Palariccia

26 Gennaio 2016

Fabio Bianchi (Foto © Trombetta)

Fabio Bianchi (Foto © Trombetta)

Fabio Bianchi (Foto © Trombetta)La grande scherma di nuovo protagonista al Palariccia di Ariccia, che ha ospitato la prova di qualificazione zona centro, riservata al fioretto e alla sciabola, in una intensa due giorni di gare.


Fabio Bianchi, ariccino doc e atleta della scuola di scherma Emmanuele F.M. Emanuele, si è aggiudicato la prova di sciabola maschile su Jacopo Rinaldi (CS Lucca), terzi Alberto Arpino (CS Roma) e Daniele Cappetta (CS Roma).


Fabio, sostenuto dal tifo targato Lazio Scherma, ha eliminato nell’ordine Niccolò Cillari (CS Livorno), Samuele De Stefano (Frascati Scherma), Carlos Enrique Correa Villa (CS Roma), Gaetano Marsico (CS Roma), Alessio Cappetta (CS Roma) ed infine Jacopo Rinaldi (CS Lucca).

La prova era necessaria ad ottenere la qualificazione alla gara open nazionale che si svolgerà a Bolzano e la Lazio Scherma sarà presente con un gran numero di atleti; oltre a Fabio Bianchi hanno centrato l'obiettivo qualificazione anche: Edoardo Bagni, Daniele Biaggi, Giacomo Mignuzzi e Nicola Possenti e le sciabolatrici Veronica Palombo e Camilla Schina, che ha centrato un ottimo 8° posto.

Questi atleti si aggiungono ai già qualificati: Sofia Ciaraglia (Fiamme Oro), Paola Guarneri (Esercito) e Stefano Scepi (Fiamme Oro).

La prova di zona di sciabola femminile, organizzata al Palariccia dalla Lazio Scherma Ariccia, è stata vinta da Arianna Sakellariou del CS Roma su Livia Stagni (GS Carabinieri).

La prova di qualificazione zona centro di fioretto maschile è stata vinta da Guillerme Toldo (Frascati Scherma) su Alessandro Maci (Pisa Di Ciolo), 3i classificati Marco Giacchetta (CS Jesi) e Alessio Di Tommaso (Pisa Di Ciolo); la gara femminile è stata vinta da Olga Calissi (Fiamme Gialle) su Lisa Milanese (CUS Siena).

Ottime notizie anche dal settore fioretto della Lazio Scherma, che porterà a Bolzano: Ludovica Allegrini, Flaminia Gambino, Filippo Gasperini e Alessandro Troìa.

Presenti nel parterre, come sempre, grandi nomi della scherma: le premiazioni sono state effettuate dal Campione Olimpico Michele Maffei, da Paolo Azzi Vicepresidente della F.I.S, da Vincenzo De Bartolomeo Consigliere della F.I.S. e da Claudio Fontana, Presidente del Comitato Regionale Lazio.

La pluricampionessa Olimpica Giovanna Trillini era ad Ariccia in veste di Tecnico, al seguito del suo gruppo di atleti.

Fabio Bianchi con Enrico Berrè e con Gianluca Filippi e Francesco Casella (Foto © Ciacchi)Nella giornata di sabato si sono dati battaglia le squadre di spada, a caccia del passaggio in serie C1; la  S.S. Lazio Scherma Ariccia, con Alessio Neri (capitano), Gabriele Aragona, Michael Borro e Michael Sica, seguiti da Elisabetta Castrucci e Giovanna Ciacchi, ha sfiorato il passaggio nella serie superiore, terminando al 4° posto.

Dopo le due belle vittorie al girone con lo Sporting Center Prato e la Società Scherma Prato, e nella fase di eliminazione diretta con la A.S. Scherma Orvieto e con il C.S. Piombino, la Società castellana si è dovuta arrendere al Circolo Schermistico Umbro e alla Gaudini Scherma.


Organizzare una competizione è sempre estremamente complesso e la Lazio Scherma non avrebbe potuto realizzare la manifestazione senza il sostegno dell’Amministrazione di Ariccia, che ha concesso in uso il Palariccia, senza la Federazione Italiana Scherma e senza gli amici di sempre: Fondazione Terzo Pilastro – Roma Mediterraneo, Romana Ambiente, Travint, Last Minute Tour e Osteria di Corte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE