Cerca

scherma

Frascati, soddisfazione europea: podio nel fioretto Under 17

Il club castellano si conferma tra i migliori anche in ambito internazionale e brilla con la sua squadra a Budapest

12 Novembre 2019

La squadra frascatana

La squadra frascatana

La squadra frascatana

Un weekend di grandi soddisfazioni giovanili internazionali per il Frascati Scherma. Un risultato eclatante è arrivato dalla prova del circuito europeo Under 17 di fioretto che si è tenuta a Budapest (Ungheria). La squadra tutta frascatana composta da Mattia Raimondi, Valerio Vinciguerra, Alberto Mascioli e Davide Pellegrino e accompagnata dalla maestra Alessandra Nucci è riuscita a salire sul podio, anticipando tutte le altre selezioni azzurre (quella “convocata” si è piazzata al decimo posto): un risultato di grande prestigio che conferma le notevoli qualità dei talenti tuscolani, fermati solo in semifinale dall’Ungheria padrona di casa e poi vincenti nella finale per il bronzo contro l’Ucraina. Nella gara individuale, Ludovica Mancini si è fermata agli ottavi e Guia Di Russo nel turno precedente, mentre i quattro ragazzi che hanno poi centrato il bronzo a squadre sono stati stoppati tutti tra i 32esimi e i 64esimi di finale.Grandissime notizie anche da Grunwald (Germania) dove si è tenuta una prova del circuito europeo Under 23 di sciabola. In questo caso il trionfo è stato “griffato” dal maestro Marco Ciari: sia la prima classificata (Benedetta Baldini, entrata a far parte della famiglia sportiva del Frascati Scherma da questa stagione) che la seconda (Flaminia Prearo) sono allieve del tecnico tuscolano e sono state entrambe autrici di una prova sopra le righe. Nella medesima gara il Frascati Scherma ha applaudito anche il buon nono posto di Camilla Fondi.Infine, sempre in Germania, si è tenuta la prima prova di Coppa del Mondo assoluta di fioretto in quel di Bonn: il miglior risultato è stato quello di Daniele Garozzo, quinto dopo l’eliminazione dei quarti di finale per mano dell’americano Meinhardt che si è imposto per 15-9. Si è fermato nello stesso turno anche lo spagnolo Carlos Llavador, sconfitto dall’azzurro Cassarà e ottavo alla fine. La squadra azzurra (con Garozzo) non è riuscita ad andare oltre il quarto posto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni