Cerca

Pallavolo

La Top Volley cede a Trento, Tillie: "Volevamo il tie-break"

La compagine pontina cade in quattro set contro il team trentino tra le mura amiche

02 Novembre 2020

La Top Volley cede a Trento, Tillie: "Volevamo il tie-break"

Top Volley ko in casa (©Top Volley)

La Top Volley Cisterna cede all’Itas Trentino (1-3) al termine di un match in cui gli ospiti hanno premuto tantissimo sul servizio (8 aces) e i pontini hanno risposto con nove muri punto, specie nella seconda parte della sfida. Trascinatore Abdel-Aziz (19 punti) mentre in casa Top Volley Kevin Tillie è andato a referto 14 volte. Kevin Tillie (Top Volley Cisterna) «Dispiace perché il nostro obiettivo era quello di portare il match al tie-break ma non ci siamo riusciti, i nostri avversari hanno battuto molto bene e noi non siamo riusciti a spingere come avremmo dovuto. Cosa salviamo di questa partita? Non c’è niente da salvare quando si esce dal campo con zero punti, noi dobbiamo continuare a lavorare e a crescere». Nimir Abdel Aziz (Itas Trentino) «Questa è una vittoria importante che conferma quello che di buono abbiamo fatto in settimana, abbiamo giocato, cercavamo continuità e il calo del terzo set dimostra che siamo in Italia, un campionato dove tutte le squadre sono di livello e si è visto. Nel quarto abbiamo ritrovato i ritmi e abbiamo vinto la partita». In avvio di partita coach Kovac tiene ancora a riposo Sabbi e schiera Seganov in diagonale con Szwarc (poi sostituito da Cavuto), al centro Krick e Rossi con Cavaccini libero. Dall’altra parte della rete Giannelli con Abdel-Aziz, al centro Podrascanin e Lisinac, laterali Lucarelli e Koy con Rossini libero. La Top Volley Cisterna cede il primo set all’Itas Trentino che spinge tantissimo dalla linea dei nove metri collezionando aces (ben cinque solo nel primo spicchio di gara) e fa correre tantissimo Seganov che si trova spessissimo a giocare con palla staccata. Abdel Aziz si presenta a inizio gara con tre aces di fila e la Top accusa il colpo dovendo praticamente sempre inseguire (6-8, 9-12 e 11-15), Boban Kovac prova a spezzare l’inerzia con il time-out ma Trento oltre al servizio difende tantissimo grazie anche alle palle toccate dal muro. La Top prova a ricucire sul 15-20 ma la distanza è troppa e Abdel Aziz continua a fare la differenza, così il set è in ghiacciaia 17-25. I pontini perdono anche il secondo spicchio di partita (20-25) ma questa volta il parziale è più combattuto del precedente anche se il filo conduttore dell’incontro è sempre lo stesso Trento forza tantissimo con il servizio e la Top Volley deve ricostruire in qualche modo (7-8, 9-11) con i pontini che non riescono mai a piazzare un break. Kovac sostituisce Szwarc con Cavuto, la Top trova il 16-17 e si posta a una sola lunghezza di distanza ma Trento è presente e dal 19-21 al 20-24 è tutto molto semplice per gli ospiti che chiudono in 26 minuti (20-25). La Top Volley Cisterna rialza la testa con un terzo set di grande intensità e di notevole presenza a muro: finisce 25-22 con ben cinque muri punto realizzati dai pontini e una miriade di palle sporcate, Trento dal canto suo continua a forzare dalla linea dei nove metri ma è meno precisa del solito e così i pontini riaprono il match: 7-3 la fiammata iniziale, poi dal 12-16 al 15-18 la Top subisce un parziale di 1-5 da Trento che ricuce fino al 16-13 ma è una flessione che dura pochissimo perché il finale è tutto dei pontini che alzano la voce a muro e crescono con il servizio e il set finisce 25-22. Nel quarto Kovac riposiziona Szwarc nel suo ruolo di centrale e Cavuto opposto in diagonale con Seganov. La sfida la vince l’Itas Trentino 24-26 con la Top Volley che ha avuto anche la possibilità di chiudere con un set-point annullato dalla formazione ospite. Nell’avvio la Top Volley ha faticato (1-4) ma è rimasta sempre in partita staccata di un paio di punti (8-10, 11-12) poi a metà set è cresciuta la pressione al servizio dei pontini e coach Lorenzetti è stato costretto a ricorrere due volte al time-out per fermare l’inerzia: sul 16-15 e sul 19-16. La Top mantiene tre lunghezze di vantaggio (20-17) ma Trento è presente ed è trascinata da Koy (8 punti nel quarto parziale) riesce a impattare sul 22-22, poi si gioca punto a punto e sul 23-23 Sperotto (entrato al servizio) spara out, ma Trento annulla il set-point e chiude 24-26.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE