Cerca

pallamano

A- Fondi lotta, ma alla fine cede a Brixen

I rossoblù tornano in campo dopo lo stop della scorsa settimana dovuto al rinvio del match 

23 Novembre 2020

Fondi, ko con Brixen

Uno scatto del match (Foto ©Di Perna)

FONDI - BRIXEN 21-25 

FONDI Antogiovanni, Arena 7, Cascone 1, Ciccolella, D’Benedetto 6, D’Ettorre 1, Macera, Mangiocca, Miceli, Morreale, Pennacchio 2, Ponticella 4, Rotunno, Voliuvach, Zizzo ALLENATORE De Santis

BRIXEN Amato 1, Basic 5, Cutura 7, Iballi 4, Kholodiuk 2, Mitterrutzner 2, Muehloegger 2, Pivetta 2, Ploner, Sampaolo ALLENATORE Cutura

Nella dodicesima giornata del campionato Serie A Beretta, Fondi cede agli altoatesini del Brixen con il risultato di 21-25. Che si trattasse di un impegno ostico lo si sapeva già dalla vigilia; in più, mister Giacinto De Santis doveva rinunciare agli infortunati Vulić, Zanghirati e Miceli (quest’ultimo in panchina solo per onor di firma), mentre riusciva a recuperare in extremis Zizzo Nella prima frazione di gioco i rossoblu peccavano un po’ troppo in fase offensiva, sprecando diverse ripartenze e sbagliando troppi tiri a tu per tu con il portiere brissinese Sampaolo. Nonostante questo, D’Ettorre e compagni restavano comunque in partita e chiudevano il primo tempo sotto di 3 reti (9-12). Una volta tornati in campo, i ragazzi di casa sbagliavano qualche difesa di troppo e gli esperti giocatori del Brixen ne approfittavano prontamente, allungando subito sul +4. Nel prosieguo della gara, gli ospiti riuscivano a gestire il risultato, mentre i rossoblu provavano a rientrare definitivamente in partita, ma sbagliavano troppe soluzioni facili facendo risultare Sampaolo tra i migliori in campo. Negli ultimi minuti, i fondani provavano di tutto per recuperare, ma il Brixen aveva la giusta cattiveria e concentrazione e rimaneva in partita sino al +4 finale (21-25). Queste le parole di capitan Stefano D’Ettorre a fine partita: "È stata una partita sicuramente non giocata al meglio delle nostre qualità. Bressanone, come noi, aveva delle assenze importanti e sapevamo benissimo che era alla nostra portata, ma in momenti fondamentali non siamo riusciti a concretizzare. Abbiamo commesso troppi errori nei loro punti deboli, cioè gioco veloce e ripartenze. Ora mettiamo da parte Brixen e pensiamo alla prossima trasferta a Merano dove sarà un’altra battaglia se vogliamo portare punti a casa"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni