Cerca

Basket

B- Cassino, esordio con ko e rimpianti. Vettese "Contento della prova"

I ciociari cadono per un solo punto contro Sant'Antimo, ma l'allenatore ha visto diversi spunti positivi

01 Dicembre 2020

Il gruppo di Cassino

Cassino prima della gara con Sant'Antimo (Foto © Ufficio Stampa Cassino)

Davvero tanti rimpianti per la squadra la Virtus Cassino di coach Luca Vettese nel primo appuntamento ufficiale dell’annata agonistica 2020/21. Alla formazione di via Tommaso Piano, infatti, non basta una buonissima prestazione corale di squadra per portare a casa la prima vittoria stagionale. Qualche fischio molto più che dubbio, e l’uscita anzitempo dal campo per falli dei rossoblù Lestini e Visnjic, di gran lunga i migliori in campo tra le fila cassinati insieme al play Simone Rischia, hanno condizionato in maniera determinante la partita, che ha visto poi trionfare al fotofinish Sant’Antimo con i liberi di Carnovali, figli di un fallo di Manojlovic a 6 secondi dal termine del match a cui gran parte degli addetti ai lavori in ambito cestistico ancora cercano di trovare spiegazioni plausibili alla scelta della classe arbitrale. Tante, tantissime note positive in casa Virtus. Una prestazione e una determinazione costante da cui ripartire per preparare il prossimo match contro Salerno, sconfitta anch’essa nel primo turno tra le mura amiche dalla Luiss Roma, quella messa in campo dai ragazzi protagonisti del nuovo corso cassinate, un’aria di positività e di consapevolezza di forza che da tempo non veniva osservata all’ombra dell’abbazia. Queste le dichiarazioni a fine gara del coach virtussino, Luca Vettese "Sono molto contento per la prova dei ragazzi. Hanno mostrato intensità, abnegazione, attaccamento, concentrazione e voglia di portare a casa la partita. Non ci siamo riusciti per una serie di situazioni sopraggiunte: il parquet quest’oggi impraticabile, qualche fischio arbitrale abbastanza discutibile, ed ovviamente più di qualche, anche qui, situazione tecnico-tattica che poi naturalmente andremo ad analizzare in settimana. Nonostante tutto, però, sono soddisfatto. Ho visto una squadra vera, unita e che, se continuerà su questa strada, sono sicuro si toglierà le giuste soddisfazioni. Speravo in un maggior apporto dei giovani? Francamente non era la loro partita. Dovevamo iniziare con il piede giusto e quest’oggi, con un campo in queste condizioni, dove non era possibile mettere intensità e sostanza sul parquet, l’unica cosa che occorreva era esperienza, malizia ed astuzia, cosa che non potevo chiedere alla mia panchina. Mi dispiace per non averli impiegati. Stanno crescendo e si stanno impegnando. Sono sicuro che arriverà presto anche il loro momento. Tutto sommato, dunque, sono felice. Arriviamo con Salerno con le giuste indicazioni e con la giusta dose di fiducia"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE