Cerca

Pallavolo

Superlega- Cisterna cede a Piacenza. Cavaccini: "Nessuna scossa"

La formazione pontina si arrende in tre set ed incappa nella dodicesima sconfitta stagionale

14 Dicembre 2020

Top Volley

Top Volley Cisterna ko a Piacenza (Foto ©Paola Libralato)

PIACENZA - TOP VOLLEY CISTERNA 3-0

PIACENZA Polo 6, Russell 13, Izzo ne, Scanferla (lib), Candellaro, Tondo 1, Antonov, Botto ne, Fanuli ne, Clevenot 5, Mousavi 8, Finger 18, Baranowicz ALLENATORE Bernardi
CISTERNA Cavuto 2, Cavaccini (lib), Sottile, Tillie 3, Seganov, Rossato, Sabbi 10, Rossi 2, Rondoni ne, Randazzo 11, Krick 7, Szwarc 9 ALLENATORE Kovac

La Top Volley Cisterna cede a Piacenza in tre set. Dodicesima sconfitta per i pontini che restano a quota cinque punti nella classifica di Superlega. Meglio Piacenza nei fondamentali di attacco e ricezione, equilibrio a muro, ma la formazione di Cisterna ha chiuso i tre set con 15 errori al servizio, nove dei quali concentrati nel secondo spicchio di partita. Domenico Cavaccini, libero della Top Volley: "Non c’è confusione tra noi in campo ma è chiaro che quando sei in queste situazioni uscire fuori è sempre difficile, siamo in difficoltà mentalmente, non riusciamo a fare qualcosa che possa darci la scossa: nessuno di noi riesce a essere sicuro e questo lo paghiamo in ogni partita. La medicina non è facile da trovare altrimenti saremmo già usciti da questa buca: ciascuno di noi deve scrollarsi di dosso l’insicurezza che ha, perché questo è uno sport di squadra e proprio da questo si deve provare a ripartire. Una palla può farti svoltare il set, ma questo finora non è arrivato e ci sono tante piccole cose che pesano tantissimo e sentiamo il peso degli errori che facciamo. Loro hanno alzato il livello, hanno fatto un side-out di altissimo livello, contrattacco molto alto e sono stati molto concreti". In avvio di gara coach Boban Covac schiera Seganov in regia e Sabbi opposto, Tillie e Randazzo, Krick e Szwarc al centro e Cavaccini libero. Dall’altra parte della rete Baranowicz in palleggio in diagonale con il nuovo arrivato Finger, Russel e Clevenot laterali, al centro Polo e Mousavi con Scanferla libero. La Top Volley Cisterna cede 25-21 nel primo set, con un avvio di parziale giocato a strappi con Piacenza avanti e Cisterna brava a ricucire (4-3, 7-4, 11-9) poi sul 15 pari Cisterna si spegne e Piacenza strappa in due il set con un break di sei punti che lancia la squadra di Russel avanti 21-16. Coach Kovac chiama il time out e alla ripresa del gioco Mousavi sbaglia la battuta regalando il 21-17 ai pontini a cui fa seguito il primo tempo vincente di Szwarc (21-18) e stavolta è Bernardi a chiamare il time-out con Cisterna tornata a -3. Due errori al servizio dei pontini e altrettanti di Piacenza e si arriva faticosamente sul 23-20 e Russel si prende il set point (24-20), Sabbi annulla con la parallela da posto due ma poi l’opposto va sulla linea del servizio e sbaglia. Il set si chiude così. La Top Volley Cisterna si spegne anche nel secondo set concluso 25-19. Benino a muro la Top ma quasi mai continua dalla linea dei nove metri: sono nove i punti regalati con il servizio con zero punti diretti e Piacenza che è avanti anche nelle percentuali di attacco (60% contro il 50% della Top). L’avvio di set vede sempre i padroni di casa avanti (12-9, 16-13, 18-14) poi sul 20-15 i pontini provano a rialzare la testa e Randazzo è preciso fino al 22-17 poi Piacenza ancora brava ad approfittare degli errori e dei pasticci dei pontini. Kovac manda in campo Cavuto e Sottile: il 24-19 arriva grazie a Sabbi ma la successiva battuta di Krick è sbagliata e Piacenza ne approfitta per andare avanti 2-0. La Top Volley non riesce a invertire la rotta e perde anche il terzo decisivo parziale (25-17). In avvio di terzo set Kovac sposta Szwarc nel ruolo di opposto al posto di Sabbi, al centro Rossi e Krick. L’avvio è ancora una volta a vantaggio di Piaenza (8-4, 10-7). La Top Volley non riesce ad arginare i padroni di casa e così, metà set (13-7), Kovac rivoluziona totalmente la squadra: Sottile in campo al posto di Seganov in diagonale con Szwarc e Cavuto al posto di Tillie in coppia con Randazzo. Dal 17-11 Cisterna piazza un break di tre punti (17-14) una fiammata che però viene spenta da Piacenza che risale sul 19-14. Kovac chiama il time-out sul 21-16 ma le cose non cambiano e Russel e soci continuano a macinare punti: Finger si guadagna il match point con l’ace del 24-17, poi il punto finale arriva con Randazzo murato da Tondo che chiude definitivamente la partita.
 


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni