Cerca

Basket

A2 - L'Eurobasket cede alla distanza contro Forlì

La società capitolina si arrende al cospetto della formazione romagnola ancora imbattuta

28 Dicembre 2020

Eurobasket

Uno scatto del match tra Eurobasket e Forlì

Resiste tre quarti una coriacea Atlante Eurobasket Roma al cospetto della Unieuro Forlì capolista imbattuta del girone rosso di Serie A2, prima di cedere nell’ultima frazione di gioco, dimostrando comunque di non arrendersi facilmente nei confronti di nessuno.
Per riniziare la gara consueto starting five per coach Pilot con Romeo, Gallinat, Bucarelli, Cicchetti e Olasewere; risponde coach Dell’Agnello schierando Rodriguez, Roderick, Rush, Natali e Bruttini.
E’ Alexander Cicchetti a siglare il primo canestro del match, con una tripla dalla punta; segue però un parziale di 10-0 per Forlì, interrotto a 6 minuti e mezzo dalla fine del primo quarto dal jumper di Lorenzo Bucarelli. Per fermare la fuga degli ospiti, è coach Pilot a chiamare timeout dopo 4 minuti e mezzo di gioco; i capitolini escono bene, con un alto-basso Cicchetti-Olasewere per il 2+1 dello statunitense che porta il punteggio sul 10-14. Arriva quindi il timeout dall’altra parte; nell’azione successiva su Roderick arriva il secondo fallo di Romeo, sostituito da Viglianisi. Le due squadre si rispondono colpo su colpo, con i lunghi capitolini (capeggiati da un Cicchetti autore di 9 punti nel quarto) a spingere avanti i padroni di casa, che concludono il primo quarto in vantaggio per 21-17.
In apertura di secondo quarto, al gioco da tre punti di Roderick rispondono Janko Cepic e Valerio Staffieri; una tripla di Rodriguez e un libero di Bruttini confezionano il sorpasso ospite sul 26-27 dopo 2 minuti e mezzo dall’inizio della seconda frazione. Un’altra tripla di Rodriguez allarga il vantaggio forlivense: sul -4 coach Pilot chiama timeout a 5:47 dall’intervallo. E’ Giachetti a suonare la carica per i suoi, con rubata e tripla del +7; sul 28-35 però controbreak capitolino e, con gli appoggi di Romeo, Olasewere e Gallinat, i romani con un 6-0 si portano sotto di una lunghezza, costringendo coach Dell’Agnello al timeout a 2:30 dal termine della prima metà gara. Forlì trova un miniparziale di 6-0 firmato da Roderick, con il canestro su rimbalzo offensivo di Gallinat a chiudere la sua sfuriata e la seconda frazione sul 36-41 per gli ospiti.
Un altro canestro di uno scatenato Roderick dà il via al terzo quarto, ma gli risponde subito Gallinat con una tripla e un recupero, nel confronto fra i due migliori giocatori per valutazione del girone Rosso. I due continuano il proprio duello personale, nell’arco di una gara che resta equilibrata: da una parte gli ospiti fanno valere la propria taglia fisica, dall’altra i padroni di casa restano aggressivi su ogni pallone vagante con un Gabriele Romeo in evidenza. Proprio nel tentativo di un recupero, arriva il terzo fallo di Jamal Olasewere, ma i romani non si disuniscono: rispondono di squadra al funambolo statunitense di Forlì mantenendosi a -2, col terzo quarto a chiudersi sul 52-54.
Nelle prime battute dell’ultima frazione, Bruttini e Giachetti fanno valere la propria esperienza con 4 punti che allargano il vantaggio ospite a +6; Forlì alza la fisicità in campo, raggiunge il bonus dopo 1 minuto e 15 secondi di gioco dell’ultimo quarto ma mantiene il proprio cuscinetto di vantaggio quando coach Pilot chiama timeout a 7 minuti dalla fine, sul punteggio di 53-59. La tripla di Natali però allarga il vantaggio ospite, portando Forlì a +9 a 6 minuti dal termine del match, con altri 4 punti di Roderick e Giachetti a costringere nuovamente coach Pilot a fermare il match sul 55-68 per gli ospiti. Cicchetti e Olasewere provano a rispondere, insieme al pressing a zona allungato a tutto campo, ma Forlì non cede, guidata da un Roderick che chiude con 26 punti, 12 rimbalzi e 33 di valutazione, portandosi a casa la sesta vittoria in campionato su sei impegni.
Amareggiato ma non abbattuto al termine della gara coach Pilot: “Conoscevo il valore di Forlì, una squadra mai sconfitta in campionato non a caso sinora. Chiaramente non siamo felici del risultato, ma lo accettiamo serenamente, visto il valore di un avversario che nel finale ci ha costretto a soluzioni che non hanno pagato (come il 3/14 dall’arco dei tre punti), che ci spingerà a lavorare sui nostri limiti.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE