Cerca

basket

A2- Rieti, overtime fatale: Ravenna passa al PalaSojourner

Per la seconda volta in sette giorni il quintetto di Rossi va al supplementare, ma questa volta arriva un ko

25 Gennaio 2021

Rieti-Ravenna

Uno scatto dal match tra Rieti e Ravenna

RIETI - RAVENNA 86-91

RIETI Stefanelli 21, Pepper 18, Sanguinetti 16, Taylor 16, De Laurentiis 15, Tommasini 3, Fumagalli 2, Ponziani 0, Nonkovic 0, PANCHINA Frizzarin, Vujanac, Fruscoloni ALLENATORE Rossi

RAVENNA Denegri 27, Givens 26, Venuto 15, Ra'shad James 9, Oxilia 5, Chiumenti 4, Maspero 4, Simioni 3, Cinciarini 3, Laghi, Vavoli 0, Buscaroli

Il secondo overtime in 7 giorni questa volta costa caro a Rieti che si arrende in casa a Ravenna per 86-91. Partita che era cominciata anche bene per Rieti capace di andare sul 14-5 nel corso del primo quarto. Ravenna non si perde d’animo andando dai suoi punti di riferimento e limando lo svantaggio fino al 41 pari del 20’ con un Denegri letteralmente indemoniato da 3 punti. I romagnoli perdono anche Cinciarini ad inizio match ma sono comunque bravi a cavalcare Givens, trovando in Venuto l’uomo chiave del secondo tempo. Rieti non riesce a dare la spallata decisiva e così è più 6 Ravenna a una manciata di secondi dal termine, sembra finita ma due bombe di classe di Sanguinetti e Stefanelli mandano la partita all’overtime in cui Rieti parte bene ma sciupa troppo in attacco, le energie vengono mene ed il colpo di reni riesce agli ospiti che ancora con Givens mettono il sigillo sulla quarta vittoria in campionato della squadra ravennate. Per Rieti terza sconfitta casalinga della stagione. Coach Rossi: "Sono mancate troppe cose per una squadra che non ha ancora capito qual è il suo campionato. Perché se torniamo a giocare in casa e prendiamo 84 punti, significa che non è chiara la dimensione in cui siamo quest'anno. Dopo due buone partite abbiamo rifatto un passo indietro dal punto di vista dell'atteggiamento e soprattutto della consistenza difensiva. Problemi offensivi una squadra che fa 80 punti in casa non può averne, ne ha di difensivi nel momento in cui permette agli avversari, molto bravi, di fare tutto quello che credono. Oggi è un passo indietro che ci deve far riflettere tanto. Ravenna ha giocato la partita come l'avremmo giocata noi tre domeniche fa e cioè come vita o morte, noi l'abbiamo giocata soltanto a tratti così. Sono molto dispiaciuto, chiaramente anche parecchio arrabbiato, perché non va bene. Adesso c'è solo da ripartire perché abbiamo due partite difficilissime e quindi speriamo di rimetterci presto in sesto e tornare a lavorare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni