Cerca

Pallavolo

La Top Volley ritrova la vittoria: Vibo Valentia ko al tie break

La squadra di Kovac supera la compagine calabrese trascinata da un super Sabbi da 32 punti

02 Febbraio 2021

Giulio Sabbi (©Libralato)

Giulio Sabbi, mvp dell'incontro con 32 punti (©Libralato)

TOP VOLLEY CISTERNA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3 – 2
TOP VOLLEY CISTERNA Cavuto 18, Cavaccini (lib.), Sottile ne, Tillie 11, Seganov, Rossato ne, Szwarc 8, Sabbi 32, Rossi ne, Onwuelo, Rondoni (lib.) ne, Randazzo ne, Krick 9 Allenatore Kovac
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA Chinenyeze 9, Chakravorti ne, Sardanelli (lib.) ne, Gargiulo ne, Drame Neto 16, Dirlic ne, Saitta 4, Rossard 12, Corrado ne, Rizzo (lib.), Cester 7, De Falco 14, Almeida Cardoso Allenatore Baldovin
ARBITRI Caretti (Roma) e Rolla (Perugia)
NOTE Parziali 15-25 (21′), 27-25 (33′), 21-25 (29′), 25-21 (30′), 15-12 (20′)
Top Volley Cisterna: ricezione 51% (32%), attacco 50%, aces 8 (err. batt. 23), muri pt. 6;
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: ricezione 50% (22%), attacco 47%, aces 3 (err. batt. 17), muri pt. 8.
MVP Sabbi (Top Volley Cisterna)

La Top Volley Cisterna ospita il Vibo Valentia quarto in classifica nella 10ª giornata di Superlega. I padroni di casa partono scarichi e rendono le cose facili agli avversari che riescono a portarsi subito avanti di 5 lunghezze. La squadra allenata da Kovac cresce nella seconda metà del parziale, ma gli ospiti riescono a mantenere il prezioso vantaggio accumulato in avvio di gara (10-15). Sabbi e Cavuto si dimostrano i principali terminali d’attacco della Top Volley, ma dall’altra parte della rete ci pensano Drame Neto e Chinenyeze a mettere a terra palloni sempre più pesanti. Vibo è sempre presente a muro, al contrario della Top Volley che non riesce ad arginare l’attacco degli ospiti ed è costretta ad arrendersi sul 14-25.
Tornati in campo, la Top Volley dimostra maggior solidità e l’inizio del set regala scambi più lunghi e intensi rispetto al parziale precedente (4-4). I padroni di casa trovano continuità con Cavuto e Sabbi, efficaci sia in attacco che al servizio, e accumulano così un discreto vantaggio (17-12). Si procede punto a punto, ma gli ospiti continuano a crederci fino a raggiungere la parità sul 23. Ai vantaggi, entrambe le formazioni sbagliano ripetutamente dai 9 metri. Una prodezza in ricezione del libero di casa Cavaccini e un pallonetto vincente di Sabbi regalano la palla del set alla Top Volley, che però devono ancora faticare prima di chiudere 27-25.
L’incontro prosegue all’insegna dell’equilibrio, con gli ospiti che riescono a dimostrare la forza del loro collettivo. Saitta in regia è bravo a liberare i suoi schiacciatori dal muro avversario e varia l’attacco servendo ogni volta i compagni che gli sembrano più ispirati. I padroni di casa vengono sostenuti dal solito Sabbi (alla fine saranno ben 32 i punti messi a segno dall'opposto, incoronato MVP dell’incontro) e rimangono in scia, ma alla lunga Vibo appare più solida e ipoteca il set sul 19-23 in attesa del definito 21-25.
La Top Volley, sotto di un set, non molla la presa nemmeno nel quarto parziale e riesce a passare in vantaggio 7-6. Szwarc manda a rete il servizio ma gli fa eco anche Drame Neto dall’altra parte. I padroni di casa sfruttano il buon turno in battuta di Sabbi, consolidato da Krick al centro che riesce ad andare a segno. Vibo Valentia si rifà sotto fino al 14-13, ma è ancora Sabbi a riconsegnare la palla alla sua squadra. Tillie mette a terra il pallone del 19-17 ma gli ospiti trovano il pareggio dopo aver vinto 2 contrasti a rete consecutivi. Un muro vincente su Drame Neto e 2 ace di Szwarc permettono alla Top Volley di volare 23-19, per poi dare a Krick l’onore di chiudere 25-21.
Arrivata ad un tie-break tanto inaspettato quanto meritato, la Top Volley è costretta a rincorrere. La parità arriva presto sul 4-4. Un fallo dubbio fischiato dal 1° arbitro riporta in vantaggio la squadra allenata da coach Baldovin, ma i pontini domano la fiammata avversaria e cambiano campo in vantaggio 8-5. Si procede punto a punto, con l’ottimo Rossard che buca la difesa dei padroni di casa grazie a traiettorie imprevedibili. La Top Volley però può contare su un Sabbi in stato di grazia che continua ad attaccare con freddezza. Seganov gli dà un pallone dopo l’altro, ma sul finale è prezioso anche l’apporto di Cavuto in posto 4 e di Krick al centro. Avanti 14-12, la Top Volley ha a disposizione 2 palle match: ne basta una sola, perché Sabbi trova l’ennesimo muro e fuori che ferma il tabellino sul 15-12 e regala alla sua squadra la seconda gioia stagionale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE