Cerca

basket

A2- NPC Rieti sconfitta nella trasferta con il San Severo

Gli amarantocelesti cedono nel turno infrasettimanale, coach Rossi: "Gli avversari hanno mostrato più energia di noi"

12 Febbraio 2021

Stefanelli

Francesco Stefanelli al tiro (©Giammetti)

SAN SEVEREO - RIETI 64-61


SAN SEVERO
 Ogide 20 (4/8, 2/6), Jones 16 (8/14, 0/3), Contento 12 (0/2, 2/5), Ikangi 11 (1/3, 3/6), Mortellaro 3 (1/3, 0/0), Bottioni 2 (1/3, 0/1), Di Donato 0 (0/0, 0/1), Antelli 0 (0/0, 0/2), Buffo 0 (0/0, 0/0), Angelucci 0 (0/0, 0/0), Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Pavicevic 0 (0/0, 0/0)
RIETI Stefanelli 20 (2/5, 3/8), Taylor 14 (4/7, 2/6), Tommasini 8 (0/2, 2/4), De Laurentiis 6 (3/4, 0/1), Pepper 6 (3/6, 0/5), Sanguinetti 4 (0/3, 0/3), Nonkovic 3 (1/1, 0/0), Ponziani 0 (0/0, 0/0), Fruscoloni N.E.,Vujanac N.E.,Buccini N.E.


Battuta d’arresto per i reatini che nella 18a di campionato non trovano la vittoria. Contro San Severo termina 64-61.Nel primo tempo è Andre Jones a martellare con continuità il canestro, per Rieti il capitano Stefanelli e Taylor mantengono la partita in equilibrio per il 37-33 del 20'. Nel terzo quarto i reatini cedono fisicamente anche a causa delle rotazioni a disposizione di coach Rossi, vista l’assenza di Amici e con Pepper e Tommasini non al meglio della condizione fisica. Ogide banchetta in area, Contento da 3 e la maggiore energia dei padroni di casa determinano un allungo poi decisivo.
Nell’ultimo periodo gli amaranto celesti tentano il recupero, fino alla tripla di Stefanelli per il 62-59 ma non basta anche se la Kienergia riesce a salvare la differenza canestri.

Coach Alessandro Rossi: “La classifica è eloquente per tutte le squadre, anche per noi. Aspettarsi una partita facile sarebbe stato da pazzi. Io non credo che abbiamo sottovalutato qualcosa, semplicemente c’è stata una squadra che ha avuto più energia fisica sul campo e più determinazione. Noi siamo venuti qui con i “cerotti” anche se nonostante ciò siamo riusciti a salvare la differenza canestri. A livello tecnico tattico, non siamo riusciti a fare la partita che avevamo programmato e su questo va dato merito agli avversari. Non osso colpevolizzare molto i ragazzi, poiché è stato palese che in alcuni momenti non avevamo più energia. Avremmo dovuto limitare almeno due, tra Ogide, Jones e Contento ma non ci siamo riusciti. Inoltre non ha abbiamo avuto il controllo sui rimbalzi ed anche quello è stato un fattore. In ogni caso ora non abbiamo tempo per abbatterci, perché tra tre giorni saremo di nuovo in campo contro Eurobasket in un’altra partita per noi molto importante”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE