Cerca

pallavolo

Wevza Under 17: l'Italia parte forte, Spagna battuta in 3 set

I ragazzi del CT Cresta iniziano nel migliore dei modi il torneo che concede il pass per gli Europei in Albania

31 Marzo 2021

Italia Under 17

Italia, vittoria all'esordio contro la Spagna

ITALIA - SPAGNA 3-0

ITALIA Barotto, Russo, Bristot, Melonari, Magliano, Sacco, Bonisoli, Agapitosi, Giacomini, Spagnolli, Caporossi, Latella CT Cresta

SPAGNA Marino Gonzalez, Castromoix, Martinez, Sanchez Moreno, Raul Morales, Barromoja, Suarez, Amate, Morales Real CT Sejuto

ARBITRI Boulanger (Belgio) Yassin (Olanda)

NOTE Parziali 25-18; 25-14; 25-17

Inizia al meglio l'avventura dell'Italia nel Torneo Wevza, che regala l'accesso ai prossimi europei di categoria. Gli azzurri di Monica Cresta sono stati inseriti nel girone con Spagna, Germania e Portogallo. L'obiettivo è chiudere nelle prime due posizioni per accedere poi alle semifinali per il primo ed il quarto posto. Un passo in avanti in questo senso l'Italia lo ha già fatto, visto che in poco più di un'ora di gioco si è liberata della selezione di Sejuto nel match giocato a Vibo Valentia, proiettandosi al meglio così verso il match di domani contro i tedeschi. Unico giocatore laziale (ed unico classe 2006) convocato è Umberto Caporossi della VolleyLife Viterbo. Si parte con un testa a testa, Italia chiamata ad inseguire poi arriva l'ace di Barotto per il 4-2 primo break del match, ma la Spagna regge ed anzi, mette anche la testa avanti portandosi sul 6-8. Cresta chiama il time out e gli Azzurri ricuciono lo strappo prima di allungare con un parziale di 4-0. Spagna che pareggia, ma l'Italia è viva e se ne va. Bistrot piazza l'11-10 e poi trova anche il mani fuori per il 12-10. Magliano mette dentro un ace con il suo turno in battuta che dura fino al 15-11. Il margine consente all'Italia di gestire il set e di chiuderlo sul 25-18. Italia che parte meglio nel secondo, fissando subito un buon break fino ad arrivare al massimo vantaggio (+7, sull'11-4) con il mani out di un ispirato Magliano. Italia che gioca in scioltezza e si concede anche qualche attacco con la seconda palla. Funziona bene il muro e la ricezione è quasi ottima. Si va sul 13-5, la Spagna sbaglia parecchio ed è ancora Magliano a metterla giù per il 14-5 per un vantaggio che poi raggiungerà la doppia cifra. Alla fiera dell'ace si aggiunge anche Bistrot per il 20-11 che con il suo servizio apre la strada al 21esimo punto firmato Barotto da posto 2. Il suo al servizio si ferma sul nastro. L'enorme vantaggio azzurro arriva a 9 palle set con la Spagna che non riesce a difendere il servizio di Melonari. Ed è proprio un servizio, sbagliato, di Amate che consegna il 2-0 all'Italia. Azzurri che nell'ultimo set entrano forse con troppa leggerezza in campo e la Spagna ne approfitta mettendoci tanta grinta e portandosi sul 5-8. Monica Cresta richiama i ragazzi nel time out e la strigliata si fa sentire con gli Azzurri che non perdono di vista l'avversario, Caporossi da posto 4 in diagonale infila il punto che vale il -2. Spagna che non molla, Caporossi ci prova anche dal lato opposto ma non va e giallorossi che restano davanti fino al 12-12 (ci pensa Moreno Sanchez con un errore) Caporossi mette in difficoltà la Spagna col servizio ed Italia che con un break di 5-0 si porta sul 14-12. E' la svolta del match. L'Italia vola picchiando forte e mettendo in difficoltà la ricezione iberica fino al 18-12, poi il turno al servizio di Caporossi si interrompe. L'ampio margine però resta più o meno tale fino al termine del match che l'Italia chiude sul 25-17 grazie al 24esimo punto di Giacomini (il primo per lui nel match) e poi con un errore spagnolo. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE