Cerca

pallavolo femminile

C - Tor Sapienza, tra sfortuna e punti pesanti. Camia "Ora pensiamo gara dopo gara"

La formazione di viale De Chirico ha battuto Talete e si è rilanciata in chiave play off, ma il tecnico tiene i piedi per terra

01 Aprile 2021

Jacopo Camia

Jacopo Camia, tecnico di Tor Sapienza

Una di quelle partite che può cambiare volto ad una stagione. C'è ancora tempo per renderla diversa, migliore, in casa Tor Sapienza, ma il colpaccio contro Talete è sicuramente sintomo di una squadra che ha dei valori e vuole provarci fino alla fine. Non è stato semplice riuscire a stare sul pezzo sin dall'inizio della stagione per le ragazze di viale De Chirico che, come racconta il loro tecnico Jacopo Camia, hanno dovuto lottare non soltanto contro le avversarie ma anche con una buona dose di sfortuna. "Siamo stati falcidiati da eventi negativi - esordisce il coach - abbiamo perso la nostra prima palleggiatrice Ilaria Loreti dopo la prima partita a causa del Covid e siamo riusciti ad inserirla gradualmente nella sfida contro Talete e la sua presenza si è fatta notare. Il suo ruolo è cruciale per i nostri schemi, visto che è con lei che abbiamo preparato tutta la stagione e quindi il suo ritorno è davvero importante. Questo ci ha portato a cambiare il gioco all'interno di una squadra che secondo me è competitiva, soprattutto al centro. Quando riusciamo a creare ciò per cui abbiamo lavorato possiamo diventare fastidiosi da affrontare. Questo probabilmente Talete non se lo aspettava. Inoltre abbiamo fatto pratica in settimana per cercare di arginare Rossella Verde, la giocatrice più forte del campionato, allenandoci con i maschi e quindi provando delle difese più complicate del previsto. Ci siamo in parte riusciti, ma lei è un grandissimo talento". Una vittoria che rilancia Tor Sapienza, anche se Camia tiene ben saldi i piedi per terra "Adesso puntiamo a riprendere Giro in classifica, ma dobbiamo prima riuscire a vincere contro Mentana al ritorno dalla sosta. Se dovessimo riuscirci questo vorrebbe dire che abbiamo aggiunto qualcosa al nostro campionato, poi saranno le altre a dover affrontare quelle che sono le formazioni più forti del girone e quindi potremmo concentrarci maggiormente nella ricerca di un posto play off. Questo era il nostro obiettivo ad inizio stagione, perché la squadra è stata costruita per questo con anche delle giovani che hanno giocato ad alto livello. Ma tra Covid, problemi lavorativi e relativi trasferimenti ed infortuni di ogni tipo (due anche nel match di sabato con le condizioni delle giocatrici da valutare) possiamo solamente navigare a vista. Vediamo cosa dirà la classifica alla fine delle gare, arrivare ai play off anche con pochi punti da presentare sarebbe comunque una bella soddisfazione per il lavoro della società e delle ragazze". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE