Cerca

pallavolo femminile

C - Sabaudia, Casalvieri soddisfatta a metà "Rivedere l'approccio"

Il tecnico pontino, che con le sue ragazze ha battuto il Golfo per 3-0, ha comunque qualche tiratina d'orecchie da fare alle sue ragazze

13 Aprile 2021

Daniela Casalvieri

Daniela Casalvieri, tecnico di Sabaudia (Foto ©Zangrillo)

Sabato contro Golfo Pontino, Sabaudia ha ottenuto la terza vittoria stagionale, bissando il 3-0 dell'andata. Un risultato che mette la squadra di Daniela Casalvieri al primo posto tra le formazioni che giocheranno la prossima Coppa Lazio, ma con un ritardo discretamente alto verso la zona play off per poter sperare in qualcosa di più. Un successo che non ha però completamente soddisfatto l'allenatrice pontina. "Sotto il profilo tecnico non è stata una bella partita. Comunque è stata contrassegnata da tantissimi errori e non siamo riusciti ad esprimerci secondo i nostri standard. Le ragazze l' hanno affrontata con un atteggiamento assolutamente negativo quindi non mi è piaciuto molto, devo essere sincera, l'approccio alla gara. Sono comunque delle ragazze giovani, non c'è ancora quella garanzia prestazionale perché parecchie di loro sono in costruzione nel ruolo specifico e sono alla primissima esperienza in questa categoria, quindi devo dire che si applicano molto, e non voglio essere presuntuosa ma il livello di gioco di queste ragazze è decisamente più alto. Insomma sappiamo esprimerci in altro modo. Però, alla fine, portiamo a casa una vittoria che farà sicuramente morale, perché le difficoltà incontrate quest'anno sono state tante Nella prossima partita affronteremo in casa la Giò Volley che è una squadra molto giovane, con degli ottimi elementi, sicuramente in crescita e mi auguro possa venire fuori una bella sfida competitiva, all'andata giocammo da loro una buona gara, vincendo, e quindi sapremo sicuramente esprimerci. La prestazione di Minturno lascerà sicuramente il segno sulle ragazze che non avranno voglia di ripeterla, le prime ad essere convinte di questo sono sicuramente loro, non sono felicissime, oltre che per il risultato finale. Questi mesi di campionato che restano li prendiamo come un'opportunità per far fare esperienza quindi badiamo meno al risultato sportivo. La crescita però passa anche attraverso un miglioramento mentale e quindi degli atteggiamenti come quelli di sabato, ovviamente, vanno subito stigmatizzati". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE