Cerca

Pallavolo

FIPAV, Andrea Burlandi fa il punto: campionati, giovani, impianti

Il presidente del Comitato Regionale Lazio interviene in attesa della seconda fase della C, tastando il polso del volley laziale

02 Maggio 2021

Andrea Burlandi

Andrea Burlandi, presidente della Fipav Lazio (Foto ©fipvalazio)

Con qualche giorno di ritardo, ma riuscire a rimanere nei tempi sarebbe stato davvero un miracolo, la pallavolo laziale ha concluso la prima fase del suo principale campionato, quello di Serie C, che si appresta ad entrare nella seconda fase, quella più calda e che decreterà quali saranno le formazioni che otterranno la promozione nelle serie nazionali. Non solo. Il movimento della nostra regione si conferma uno dei più vivi e produttivi, con tante squadre che hanno centrato il passaggio alla seconda fase anche nei campionati di B, B1 e B2. Un risultato che è nato di concerto tra il lavoro del comitato regionale presieduto da Andrea Burlandi e lo spirito, non solo sportivo, di tutti i club che sono riusciti a fare di necessità virtù nonostante le numerose difficoltà non legate strettamente alla pandemia. Il caso del Lazio rappresenta quasi un unicum in Italia, perché è riuscito a far giocare tutte le squadre in ogni categoria, rimanendo all'interno di tempistiche più che accettabili per concludere questa travagliata stagione e iniziare, seppur lentamente, a programmare la prossima, sperando che possa essere finalmente svincolata da logiche dettate dalla pandemia e si possa concentrare solamente sul lavoro e la passione dei tantissimi tesserati che popolano palestre e campi. "Non posso non nascondere la contentezza per come siano andate le cose. Siamo riusciti a dare una continuità al campionato che si è concluso nella sua prima fase in tempi abbastanza regolari". L'intervista integrale al presidente della FIPAV Lazio sarà disponibile sul nostro giornale in edicola e online da lunedì 3 maggio

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE