Cerca

pallavolo

B - Valerio Monti, "risorto" come... la Fenice "Dura dopo il Covid, ora diamo il massimo"

Il palleggiatore arancionero ha vissuto l'infezione da Coronavirus, ma ne è uscito fuori ed ora punta a battere Perugia

05 Maggio 2021

Valerio Monti

Valerio Monti, palleggiatore della Fenice, atteso in campo domenica

Nel weekend inizia la nuova fase della stagione, quella più calda ed in cui gli errori ed i punti pesano di più. E' tempo di play off con la Fenice che giocherà domenica al PalaFerretti (inizio ore 16.00) contro Perugia. Una sfida cui gli arancioneri arrivano dopo una lunga rincorsa, legata a dei casi di positività al Covid-19 che hanno allungato il calendario della formazione di Giordani. Virus che ha colpito anche il cervello dell'attacco arancionero, ossia Valerio Monti, palleggiatore classe '83, ora però pronto a tornare a distribuire palloni. 

Un lungo stop vi ha fermato, ma ci sono anche dei lati positivi nel non essere stati troppo lontani dai campi prima di un match così importante? "Ci sono dal lato fisico solamente degli svantaggi, lo posso assicurare. Io sono stato uno dei più colpiti e devo dire che è stato davvero un brutto periodo, così come è stata dura poi riprendere ad allenarmi visto quanto ero debilitato. Se vogliamo cercare dei vantaggi, questi li possiamo trovare nei risultati. Mi spiego. Prima di essere fermati dal Coronavirus aveva vinto tutte le partite, poi ci siamo ritrovato dentro un baratro. Abbiamo fatto molta fatica per risalire ed abbiamo perso anche qualche partita, ma questo ha portato a farci rimescolare le carte e a metterci tutti di nuovo la faccia: da noi giocatori a tutto lo staff. L'obiettivo rimane quello che abbiamo in testa dall'inizio dell'anno e quindi, rispetto alla stagione prima dello stop, abbiamo dovuto trovare, e stiamo trovando, dei modi nuovi per arrivare a conquistarlo. Abbiamo dovuto ricominciare tutti insieme, ecco, questo è secondo me un aspetto positivo". 

Affronterete Perugia, che idea hai sull'avversario? "Non ci abbiamo mai giocato contro e lo stiamo studiando attraverso dei video. Hanno fatto degli ottimi risultati nell'ultimo mese e tant'è che nel loro girone da outsider si sono poi piazzati al secondo posto. Conosco il loro allenatore (Marco Taba, ndr) che è giovane ma molto preparato. Lo stimo moltissimo. Sarà sicuramente una bella partita perché i play off sono sfide a parte ed è fuor di dubbio che ci mettano tutti quel qualcosa in più, anche inconsapevolmente. Saranno quindi due sfide molto belle da giocare e da vedere". 

E voi, state studiando qualcosa di diverso? "Partiamo da una base tattica tipica, ed in questo periodo ci adattiamo all'avversario che abbiamo di fronte. Essendo io un palleggiatore svolgo poi uno studio con gli scout ed il secondo allenatore, volto poi a sviluppare un gioco diverso che in un certo senso porti a "depistare" gli altri. Quello che principalmente cerchiamo di fare è tirare fuori il meglio dei nostri giocatori, magari in una settimana c'è chi la passa peggio di un altro ed è allora sui lati positivi che dobbiamo lavorare per essere pronti e dare il meglio". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE