Cerca

scherma

Frascati, De Maria vola al Nazionale "Prima volta, sono molto contento"

Lo spadista tuscolano grazie al 15esimo posto ottenuto nelle eliminatorie di Cassino si è qualificato per concorrere al titolo italiano

05 Maggio 2021

Riccardo De Maria

Riccardo De Maria, parteciperà ai campionati italiani (Foto ©Trifiletti-Brizzi)

Compirà 24 anni nel prossimo mese di giugno quando si disputeranno i campionati italiani a cui parteciperà per la prima volta. Lo spadista del Frascati Riccardo De Maria si è fatto davvero un bel regalo: grazie al 15esimo posto ottenuto nella prova di qualificazione regionale dello scorso fine settimana a Cassino, ha staccato il pass per la kermesse nazionale. "E’ vero che quest’anno i numeri sono stati allargati, ma ovviamente sono molto contento e cercherò di allenarmi il più possibile in questo mese per arrivare al meglio all’appuntamento. A Cassino è stata una prova particolare: tornavamo in pedana dopo più di un anno di stop, anche se avevamo fatto a gennaio una sorta di gara di allenamento a Frascati, e il lunedì precedente mi ero procurato un fastidioso infortunio ad un dito. Con l’adrenalina, comunque, sono riuscito a superarlo e a centrare l’obiettivo della qualificazione anche se sono arrivato stanco all’appuntamento con Di Nucci, l’avversario molto forte che mi ha eliminato". De Maria è uno dei simboli del settore spada del Frascati: "Ho iniziato a 11 anni su insistenza di mio zio che mi ha voluto far provare questa disciplina e dopo non l’ho più mollata. Devo ringraziare i miei genitori Alberta e Giuseppe che mi hanno sempre supportato e il mio maestro Gino Pacifico che ormai da dieci anni lavora con me: lui è una persona che pretende molto e che non spreca complimenti, ma è praticamente un padre sportivo per me". Proprio grazie al lavoro di Pacifico (che è caposettore della spada tuscolana e dell’altro maestro Gianluca Zanzot) il movimento di quest’arma ha saputo ritagliarsi un suo spazio: "Fino a poco tempo fa i principali atleti eravamo io e Andrea Meuti – dice De Maria – Ma nell’ultimo periodo si stanno aggiungendo anche alcuni ragazzi di talento. La gara che ho nel cuore? La promozione alla serie A2 a squadre che ottenemmo qualche anno fa assieme allo stesso Andrea e a Cristiano Iacoangeli e Davide Caponera: un’emozione molto forte".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE