Cerca

pallavolo

B - Monterotondo, Martinoia e la favola play off. "Siamo pronti a giocarcela"

Il centrale eretino riavvolge il nastro sulla stagione che ha portato la squadra da neopromossa a giocarsi la A3

07 Maggio 2021

Manuele Martinoia

Manuele Martinoia, centrale di Monterotondo

Una vera e propria favola quella di Monterotondo, capace da neopromossa di ottenere un posto di gala nella pallavolo laziale e non solo. Una storia di programmazione e passione che ha portato il club eretino in sette anni dalla Seconda Divisione alla B, prima degli ultimi sviluppi che rispondono al nome di play off. Nel gruppo storico allenato da Guglielmi c'è Manuele Martinoia, ora tornato centrale dopo un passaggio da opposto nelle serie inferiori. Voce narrante del racconto amarantoblù d'eccezione quindi, visto che ha vissuto tutta la risalita. 

Da neopromossi ai play off, un risultato oltre le aspettative "Assolutamente sì, da quando è stata rifondata la società e tutto è ripartito abbiamo compiuto una bella scalata e siamo tornati dove avevamo lasciato. Per noi quella di domani sarà una grande occasione visto che eravamo un po' la Cenerentola del girone. Durante questa stagione abbiamo fatto quello che potevamo e ora ci troviamo catapultati in questa realtà grazie al grande spirito di gruppo, che è quello che ha fatto la differenza e ci ha fatto andare avanti: i risultati partono sempre dal fattore squadra". 

Che campionato è stato? "Molto equilibrato, con formazioni che fanno la B ormai da tanto tempo e che conoscevamo. Siamo arrivati più o meno tutti vicini, con quelle piccole differenze che hanno spostato in su o in giù gli equilibri, alla fine chi ha lavorato meglio ha ottenuto quel qualcosa in più. Ma è stato comunque un campionato strano, abbiamo vinto per due volte con Roma 7 che è arrivata davanti a noi e poi però abbiamo perso per due volte contro la Virtus che ci è arrivata alle spalle". 

Ora la nuova sfida si chiama Grosseto "Noi ce la andiamo a giocare consapevoli del fatto che affronteremo una formazione che fin qui ha perso una sola volta. Sarà un po' Davide contro Golia, hanno degli elementi davvero di spicco, soprattutto il loro opposto, mentre la nostra formazione è più eterogenea ed è proprio per questo che ha raggiunto questo traguardo. Dovremo contare ancora sulla forza del gruppo per superare questo ostacolo. In casa, anche se senza pubblico, possiamo avere un piccolo vantaggio". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni