Cerca

pallavolo

C - Athlon, una macchina perfetta. Atzori "Andati oltre le aspettative"

Con il successo, sudato, contro Green Volley, la formazione di Ostia ha conquistato la dodicesima vittoria per 3-0

19 Maggio 2021

Michele Atzori

Michele Atzori, tecnico dell'Athlon (Foto ©Cippitelli)

L'Athlon ha dimostrato sin dalle prime battute della stagione di essere una squadra pronta a lottare per la B. La squadra di Ostia ha sempre, o quasi, dominato gli avversari riuscendo a conquistare l'invidiabile bottino di 12 vittorie consecutive per 3-0. Una marcia che è nata nella prima fase e si è sviluppata anche nella seconda trovando l'ultimo acuto nel match contro la Green Volley, altro pezzo da 90 della pallavolo laziale che ha davvero messo in crisi l'impianto di gioco lidense, senza però riuscire a strappare nulla dal match. Al timone degli azzurri c'è Michele Atzori, tecnico che tiene ancora i piedi per terra ma è ben consapevole che ciò che ha fatto fin qui ha dell'incredibile (o quasi, a seconda dei punti di vista)

Tredici vittorie consecutive, un risultato enorme, ma contro la Green Volley è stata dura "Non ci aspettavamo di fare questa simile striscia di risultati. Sapevamo di avere un bel gruppo ma non perdere nemmeno un set da inizio stagione è un qualcosa che va oltre le aspettative. Contro la Green Volley è stata la partita più complicata della stagione, perché anche loro sono davvero una squadra forte, ma adesso ci sono altre quattro sfide e dobbiamo stare sempre attenti. Non possiamo rilassarci, anche la SAET ha grandi qualità e stiamo già pensando come affrontarla. Loro hanno messo in difficoltà nel girone della prima fase proprio la Green Volley e quindi sarà un match duro". 

Come si riesce ad essere al top dall'inizio della stagione? "Tutto parte dall'allenamento perché anche i giocatori meno utilizzati danno il massimo per cercare di prendere un posto, e questo fa bene al gruppo. Ho parlato con alcuni di loro che hanno chiesto un po' più di spazio, ma ho spiegato come siamo orma in una fase delicatissima del campionato, la squadra in campo ha un suo equilibrio e quindi è meglio non muovere troppo. Ovviamente sono pronto a schierare chi starà meglio e chi mi darà le migliori indicazioni ogni settimana. Il merito dei nostri risultati è quindi di chi gioca sempre ed anche di chi gioca meno". 

C'è un qualcosa sul quale dovete ancora migliorare? "Penso la battuta. Dobbiamo migliorare in questo fondamentale e ci stiamo lavorando". 

L'obiettivo Serie B era nei piani oppure ne avete avuto consapevolezza strada facendo? "L'obiettivo era combattere con le altre, senza dubbio non ci aspettavamo di essere a questo punto della stagione così in alto. Sono un po' sorpreso, ma tutto quello che i ragazzi hanno conquistato lo hanno meritato. Questa è una squadra che nasce da un blocco della Roma 12 alla quale sono stati inseriti dei nuovi innesti: un martello, un palleggiatore, un centrale ed un libero. L'opposto che avevamo, Spizzichino, si è gravemente infortunato e quindi abbiamo virato su Vecchi. Altri ragazzi nuovi che hanno ben funzionato sono Fameli, Russo e Beltrame. L'anno scorso questo gruppo ottenne un terzo posto, quindi il loro valore era già conosciuto". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE