Cerca

Basket

A2- Eurobasket, esordio da ricordare: Forlì va ko sulla sirena!

Nella prima storica sfida nei play off, la formazione capitolina di Pilot supera i romagnoli

23 Maggio 2021

Forlì - Eurobasket

Eurobasket: successo clamoroso sulla sirena!

FORLì EUROBASKET 81-84

FORLì Giachetti 18, Campori 2, Natali 2, Radic 10, Bolpin 13, Landi 8, Dilas, Bandini, Ndour, Rodriguez 5, Bruttini 5, Roderick 18 ALLENATORE Dell’Agnello

EUROBASKET Olasewere 21, Gallinat 8, Cepic 6, Fanti 3, Viglianisi 11, Cicchetti 6, Magro 4, Staffieri 3, Romeo 7, Bucarelli 15 ALLENATORE Pilot

Giornata storica per l'Eurobasket, che batte sul filo di lana Forlì con un tiro direttamente da metà campo e fa il miglior regalo possibile a coach Pilot per il suo compleanno. Per i capitolini si trattava del match d'esordio nei play off della categoria. Il match si apre con i primi due canestri firmati da Radic, dall’altra parte invece i primi punti sono realizzati da Magro, entrato subito in campo per contenere il lungo croato. Si somma l’appoggio di Jamal Olasewere da sotto e il libero messo a segno da Romeo per recupero e sorpasso dei romani, dopo 3 minuti e mezzo di gioco, per 4-5. Lo stesso Olasewere commette il suo secondo fallo in attacco su Landi e lascia il campo per Cicchetti; con il gioco da 3 punti nell’azione successiva, Rodriguez riporta avanti i suoi. Segue però il break di 7-0 per i romani: tre liberi di Gallinat, un jumper di Cicchetti e un pick’n’roll sull’asse Fanti/Magro portano l’Eurobasket avanti per 7-12 a quattro minuti dal termine del primo quarto, con inevitabile time out richiesto da coach Dell’Agnello. Al rientro delle squadre in campo, i padroni di casa riprendono a segnare con la tripla di Bolpin; seguono i due liberi di Giachetti per il pareggio e un’altra tripla di Bolpin per il controbreak, chiuso dal gioco da tre punti di Capitan Fanti che riporta in parità, a quota 15, le due squadre a due minuti dalla prima sirena. Altri 5 punti per i padroni di casa e 4 per gli ospiti: un primo quarto dal ritmo forsennato si chiude sul 20-19 per Forlì. Per vedere invece punti a referto nella seconda frazione di gioco, bisogna aspettare un minuto e mezzo: è Cepic dalla lunetta a firmare il pareggio romano, prima del jumper di Olasewere del sorpasso. Il vantaggio dura poco: Roderick dall’altra parte realizza subito il floater del 22-22, dopo tre minuti e mezzo di gioco. Arriva un minuto dopo il minibreak romano: prima tripla della gara per l’Eurobasket segnata da Gallinat, contropiede di Viglianisi e i romani vanno sul +5, sul 24-29, con Landi a completare un nuovo gioco da 3 punti per stoppare la fuga ospite. I capitolini però non demordono: continuano a far canestro, obbligando coach Dell’Agnello a fermare la gara con una seconda sospensione, sul 29-33 a 4 minuti dall’intervallo, per tentare di invertire l’inerzia del match. I capitolini però piazzano subito un gioco da tre punti, con la zingarata di Gabriele Romeo; arriva il massimo vantaggio di +7, accorciato dal libero di Bruttini dall’altra parte prima di essere allargato da Bucarelli sul +8. Quando Roderick prova a ridare coraggio ai suoi con una tripla, è coach Pilot a chiedere timeout, avanti per 33-38 a 2 minuti e mezzo dalla fine della seconda frazione. Ai tentativi di Roderick di ricucire lo strappo replicano le iniziative di Bucarelli: a 26 secondi dal termine coach Pilot con una sospensione disegna il suo ultimo attacco, ma a segnare è Giachetti che manda le squadre a riposo sul 39-41 per Roma.Seconda metà gara che inizia con intensità mantenuta alta, ma che vede Forlì partire forte: parziale di 6-2, con due palloni rubati che sembrano aver girato l’inerzia della gara; coach Pilot allora ferma subito il match, sul 45-41 dopo due minuti dalla ripresa del gioco. Natali al rientro sul parquet commette il suo terzo fallo e Olasewere batte un colpo per i romani, seguito dalla tripla di Staffieri del nuovo vantaggio capitolino, per 47-48, a metà terzo quarto. La replica, sempre da dietro l’arco, è di Bolpin, miglior marcatore dei suoi fino a questo momento, con 13 punti; ma subito un Olasewere d’impatto nel terzo quarto realizza il pareggio. E’ sempre Jamal a fornire l’assist per l’appoggio di Cicchetti che vale il nuovo vantaggio capitolino: sul 50-52 ospite, coach Dell’Agnello preferisce parlarci su. L’esperienza di Bruttini e Giachetti trascina i padroni di casa avanti, in una gara in cui possesso dopo possesso la fisicità si alza e il numero di tiri realizzati si abbassa; i due portano avanti Forlì, sul 59-55 a 30 secondi dal termine, prima del libero di Rodriguez e della tripla di Romeo che rimette punti a referto per Roma. Un’altra tripla di Giachetti a fil di sirena: il terzo quarto si chiude sul 63-50 per i padroni di casa.Lo stesso Jacopo realizza il primo canestro dell’ultima frazione di gioco, portando i suoi a +7; è Olasewere dall’altra parte di potenza a segnare i punti numero 59 e 60 per i romani. Per i due si prolunga il duello personale, che è però il nigeriano a condurre: firma 11 punti nella prima metà dell’ultimo quarto, portando al pareggio a quota 69 i capitolini. Sono tre liberi di Landi a riportare avanti Forlì, sul 72-69 dopo il timeout di coach Dell’Agnello, e altri due ad arrotondare il punteggio sul 74-69 per i suoi dopo il fallo antisportivo subito dallo stesso Landi. Roderick dalla lunetta riporta i suoi a +7, ma dopo il viaggio di Bucarelli in lunetta commette fallo in attacco; tuttavia nell’azione successiva Roberto Gallinat sente ancora dolore al ginocchio ed è costretto ad abbandonare il campo. I romani mettono in campo tanta energia ma non riescono a riavvicinarsi, nonostante riescano ad impedire la fuga a Forlì. Il punteggio si sblocca solo a un minuto e mezzo dalla fine, con i due liberi di Roderick del 78-71; segue allora la tripla di Bucarelli dall’angolo, per il -4 capitolino a 50 secondi dalla fine. La tripla di Viglianisi su un piede solo riporta i romani a -1, ma ancora Roderick dall’altra parte è decisivo: isolamento con appoggio da sotto e tiro libero aggiuntivo, però sbagliato. A 10 secondi dalla fine, Bucarelli va in lunetta sul punteggio di 80-77 per i padroni di casa; segna entrambi i liberi e coach Dell’Agnello, sul +1, chiede timeout. Appena viene effettuata la rimessa in zona d’attacco, arriva il fallo su Roderick che fa 1/2; dall’altra parte pareggia Bucarelli, e si arriva sull’81 pari. La gara è riaperta, e quando Bolpin perde il pallone pestando la linea, l’Eurobasket Roma a 1 secondo e mezzo dalla fine si ritrova con palla in mano e rimessa a favore all’altezza della linea di metà campo: viene servito Kenneth Viglianisi, che fa partire sulla sirena una preghiera. Viene accolta dagli dei del basket: il pallone si infila a canestro e con una tripla incredibile i romani colgono il più emozionante successo della stagione in un’occasione storica.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE